DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     BANCA CARIGE: 2 SETTIMANE PER ESAME FITD         NUOVO PONTE, TONINELLI: "IMPEGNATO 1 MILIARDO A GENOVA"         OMICIDIO CHIAVARI: ARRESTATO IL FIDANZATO DELL'AMANTE DI PINO         DEMOLIZIONE MORANDI, ESPLOSIONE ANTICIPATA ALLE 9: AMIANTO E AFA GLI OSSERVATI SPECIALI         GENOVA, BUS A FUOCO IN CORSO EUROPA: AUTISTA TRASPORTATO AL SAN MARTINO PER INALAZIONE FUMO         GIOCHI OLIMPICI 2026, CONTE INDOSSA CRAVATTA CON SIMBOLO DEL PONTE DI GENOVA         SUA FESTIVAL 2019, OLTRE 70.000 I VISITATORI         BANCA CARIGE: FITD VALUTA INTERVENTO         CALDO E UMIDITÓ, SCATTA IL PRIMO BOLLETTINO PER CALDO         TOTI SU PONTE GENOVA: "SETTIMANA DI BUON ESEMPIO PER LA POLITICA"        


Tangenti e appalti all'UniversitÓ. Arrestate 5 persone

Pubblicato il 16 / 11 / 2017

Guasti alle fognature, perdite d'acqua e piccoli interventi di manutenzione nei locali dell'Università di Genova. Nulla di strano, se non fosse che questi lavori erano inventati e mai realizzati. L'operazione della Guardia di Finanza di Genova è denominata “macchia nera” e ha portato all'arrestato di cinque persone tra dipendenti pubblici dell'università del capoluogo ligure e imprenditori. A scoprire il meccanismo la stessa università, il procedimento era semplice. I due dipendenti pubblici affidavano lavori fantasmi a una ditta che effettuava preventivi a basso prezzo. Infine l'Università pagava lavori mai avvenuti, e una parte dei soldi finiva nelle mani dei dipendenti corrotti.

Le accuse vanno dal reato di truffa aggravata, alla corruzione passando per la turbata libertà degli incanti, realizzati tramite una serie di gravi falsi individuati negli atti pubblici formati da due impiegati pubblici in favore di tre imprenditori genovesi.

Uno dei due impiegati pubblici indagati ha formato atti pubblici falsi al fine di far assegnare ad un imprenditore corruttore lavori falsi per accadimenti che in reltà non erano mai avvenuti.

I lavori inesistenti venivano poi regolarmente “pagati” e il profitto veniva spartito con l'impiegato pubblico corrotto.

L'altro impiegato pubblico arrestato è un geometra, da anni nell' Amministrazione nel quale ricopriva incarichi di fiducia, turbava il procedimento di affidamento diretto dei lavori, mediante l'utilizzo di preventivi “di comodo” che richiedeva i fornitori dell'Ente compiacenti, concordandone l'importo in modo da far risultare maggiormente appettibile l'offerta formulata dall'imprenditore “amico”al quale veniva assegnato il lavoro.

Sono tutt'ora aperte le perquisizioni per accertamenti e ulteriori sequestri presso l'Università di studi di Genova.

Alessandro Bacci


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
┬ę TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer