DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     GENOVA, SGOMBERATE 12 CASE OCCUPATE: DENUNCIATE QUATTRO PERSONE         COMIZIO CASAPOUND A GENOVA, 300 POLIZIOTTI SCHIERATI: TENSIONE E POSSIBILI SCONTRI         COMIZIO CASAPOUND A GENOVA, VIOLENZA IN PIAZZA MARSALA         PONTE MORANDI, TRE QUINTALI DI ESPLOSIVO E QUATTRO SECONDI PER FAR ESPLODERE LE PILE 10 E 11         PONTE MORANDI, PROROGATI I TERMINI DELLA RICHIESTA PER LA ZONA FRANCA         DOPO IL TEACHER PRIDE DI IERI, QUESTO POMERIGGIO PRESIDIO IN PIAZZA DE FERRARI DI INSEGNANTI, STUDENTI E PERSONALE ATA         GIOVANNI TOTI: "MI AUGURO ANCORA DUE SQUADRE IN A"         CARGO BAHRI YAMBU ATTRACCA IN PORTO A GENOVA         REDDITO DI CITTADINANZA, 20.477 LE DOMANDE IN LIGURIA         OSPEDALE GALLIERA, GUASTO ALLA RETE INFORMATICA. RISOLTO        


Genova, transessuale morto a Lagaccio. Il giallo s'infittisce

Pubblicato il 14 / 12 / 2016

È stato ritrovato morto in posizione supina sul suo letto. Sul corpo un evidente ferita alla testa e intorno a lui una grossa chiazza di sangue. La vittima è Jorge Arturo Romero Gurimendi, 34 anni, un transessuale ecuadoriano conosciuto con il soprannome di “Carolina”. A fare la macabra scoperta è stata la polizia all’interno di un piccolo appartamento di via del Cipresso nel quartiere di Lagaccio. Al momento è impossibile stabilire se la vittima sia stata uccisa o se abbia accusato un malore. Il medico legale, atraverso una relazione consegnata alla squadra mobile ha stabilito che il corpo è in un tale stato di decomposizione che non è possibile dire se ci siano o meno segni di violenza riconducibili a terzi. Per chiarire il mistero su quanto avvenuto nel piccolo monolocale di via del Cipresso servirà l’autopsia. La morte risalirebbe ad alcuni giorni fa: il cadavere, avvolto in una coperta, era in decomposizione, ma è difficile stabilire quando è stato ucciso perché il riscaldamento era acceso e il caldo potrebbe aver accelerato il processo di decomposizione. Le finestre dell'abitazione erano chiuse, la porta pure, ma solo appoggiata, senza giri. Il portafoglio dell'uomo, con ancora all'interno numerose banconote è stato rinvenuto sul comodino: particolare che escluderebbe il delitto per rapina, ma non un eventuale omicidio passionale. Una tesi che potrebbe giustificare anche i segni di collutazione ritrovati all'interno dell'appartamento in precarie condizioni igeniche. A dare l'allarme alla polizia un’amica di Carolina, una giovane sudamericana di 30 anni. Interrogata a lungo dai poliziotti la donna ha affermato «Non la sento da una settimana, sono preoccupata». Le indagini sono tuttora in corso con la squadra mobile che sta interrogando persone che frequentano la vittima, molto conosciuta nell'ambiente della prostituzione genovese. Solo l'autopsia adesso potrà chiarire questo caso avvolto nel mistero.

Alessandro Bacci


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer