DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     SANT'EGIDIO, UNA MESSA PER RICORDARE GLI HOMELESS MORTI PER STRADA         GENOVA, CORTEO DEGLI STUDENTI CONTRO LA NUOVA MATURITÓ         INCHIESTA CROLLO MORANDI, SENTITO TESTIMONE CHIAVE         INCIDENTE IN VIA DEL COMMERCIO, GRAVE UNA DONNA         TRAGEDIA IN TOSCANA, MUORE ALPINISTA DI BAVARI         PONTE, AUTOSTRADE PAGA TUTTO (DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE)         CROLLO PONTE MORANDI, SONO PASSATI SEI MESI. COZZI: "RICOSTRUZIONE AD ASPI INOPPORTUNA"         MULTE VIA ALESSI, LA PROCURA HA APERTO UN FASCICOLO         CASO SUTTER: CONCESSA LA SEMILIBERTÓ A BOZANO         SERRAVALLE SCRIVIA, INCIDENTE CON DUE AUTO E DUE CAMION COINVOLTI        


Samp, Giampaolo "La classifica non conta. Strinic out, Zapata ok"

Pubblicato il 5 / 1 / 2018

Prima sfida del girone di andata e prima partita del 2018 per la Sampdoria. Domani i blucerchiati sfideranno il Benevento ultimo in classifica in trasferta. il tecnico Marco Giampaolo ha voluto mantenere alta la concentrazione della sua squadra anche durante la conferenza stampa pre partita:

«Dala prima sfida con il Benevento sono passati cinque mesi e sono successe molte cose. È presto per fare un bilancio, magari lo faremo dopo questa partita in occasione della pausa di campionato. Avendo una partita in meno delle altre squadre, per noi il girone di andata si chiude domani. In campo non conterà la classifica ma le motivazioni. La Sampdoria dovrà giocare questa gara con il giusto piglio sul piano dell’attenzione. Questo aspetto sarà fondamentale».

Arrivati alla prima sfida del 2018, è già tempo di un primo bilancio per la Sampdoria. un occhio va anche al mercato, ma l'allenatore non si sbilancia:
«Da un anno e mezzo abbiamo iniziato un percorso di lavoro tecnico, ma anche di mentalità. Continuo a ribadire questo concetto alla squadra. Non abbiamo mai giocato con il freno a mano tirato e con la giusta mentalità abbiamo sempre ricercato il giusto atteggiamento. Adesso dobbiamo migliorare quella mentalità, per essere più forti in campionato. Questo dev'essere il patrimonio che il club deve costruirsi a prescindere dagli interpreti».

Il tecnico poi svela qualche dettaglio sulla probabile formazione anti Benevento:
«Strinic non è disponibile, Zapata invece si. Il Benevento è allenato da un giovane allenatore con tante idee, eche potrà diventare un allenatore di riferimento nel calcio italiano. È una squadra che gioca le partite, non è una squadra morta che ha tirato i remi in barca. Le partite che abbiamo visto ci dicono che è una squadra con qualità individuali, con le giuste motivazioni. Noi dovremo pareggiare lo stesso livello di rabbia e attenzione del Benevento. Con il Milan l’ha agguantata, con il Chievo è riuscito a vincere, con la Juventus è andata in vantaggio. Non è da sottovalutare».


Infine un appunto sul gioco della Samp e su ciò che deve ancora migliorare la squadra in questo campionato:
«le vittorie fanno la differenza: è riduttivo pensare di essere belli con le grandi e brutti con le piccole. Le piccole non ti creano meno problemi. Le grandi squadre giocano e ti lasciano giocare, le piccole cercano di ostacolarti non facendoti giocare e a loro volta giocando meno. Se devi fare gol con dieci che si difendono dietro la palla, rischi di essere punito in contropiede. La maturità sta anche nel comprendere quali accorgimenti bisogna attuare con le grandi e quali con le piccole. È difficile capire quali difficoltà presenta la singola gara, non è una cosa semplice. per migliorarsi bisogna fare le giuste scelte di gioco, cambiando anche in corsa quando le cose non funzionano».

Alessandro Bacci


Sampdoria
IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
┬ę TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer