DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     LORSICA, OPERAIO SCHIACCIATO DA MACCHINARIO ALL'INTERNO DELLA CAVA PONTE MAESTRA         PONTE MORANDI, BUCCI: "PENSO FAREMO TUTTO IL 27"         ALBISOLA, POLIZIA SPARA IN ARIA PER FERMARE PUSHER         EX NIRA, EDIFICIO ABBATTUTO ENTRO DUE SETTIMANE         PONTE MORANDI, ESPLOSIONE PILE 10 E 11: 300 METRI DI "ZONA ROSSA" E 3.170 RESIDENTI EVACUATI         PONTE MORANDI, ESPLOSIONE PILE 10 E 11: BOTTA E RISPOSTA TRA I MINISTRI COSTA E SALVINI         CARDINAL BAGNASCO: "SUL LAVORO SERVONO DECISIONI ARDITE"         SESTRI PONENTE, DICIOTTENNE ACCOLTELLA TRE VOLTE IL PADRE: DENUNCIATA A PIEDE LIBERO E SCARCERATA NELLA NOTTE         GENOVA, CANDIDATURA EXPO: PER TOTI E BUCCI ESISTONO LE PREMESSE         FORZA ITALIA, BIASOTTI A BERLUSCONI: "SERVE UN CAMBIAMENTO RADICALE"        


Identificato l'antifascista accoltellato. Il racconto

Pubblicato il 16 / 1 / 2018

È stato identificato dalla Digos l'antifascista accoltellato alla schiena venerdì sera in piazza Tommaseo. Sette giorni di prognosi, dice il referto dell'Ospedale Galliera. Se il fendente avesse colpito l'uomo un po' più in alto sulla schiena avrebbe anche potuto rivelarsi mortale.

Per questo gli inquirenti hanno aperto un fascicolo per tentato omicidio. Oltre al ferito, la procura convocherà a breve anche gli altri attivisti che hanno partecipato al volantinaggio.Identificati anche i militanti di Casapound che si trovavano in sede quella sera e che sono stati tutti identificati: sono quasi tutti genovesi e molto giovani. 

Questo elemento viene confermato anche da uno degli attivisti che ha partecipato al volantinaggio culminato nell'aggressione: "Quelli che ci sono venuti addosso erano tutti giovanissimi e tutti uomini - racconta l'attivista che chiede di rimanere anonimo per timore di ritorsioni - al contrario di quello che hanno scritto nel comunicato di Casapound di donne quella sera non ne abbiamo viste. Brandivano cinghie e bottiglie che hanno continuato a lanciarci fino in corso Buenos Aires".

L'attivista racconta che il volantinaggio era cominciato intorno alle 23 in piazza Alimonda: "A un certo punto abbiamo sentito urlare 'Daje, prendilo' e abbiamo visto venir giù di corsa dalla sede un primo gruppo. Siamo scappati verso corso Buenos Aires ma un gruppetto di 3-4 di noi è rimasto indietro ed è stato raggiunto. Non avevamo alcuna intenzione bellicosa, per questo ci siamo tenuti lontani dalla sede, volevamo solo fare controinformazione come già avevamo fatto in quella zona. L'azione è stata veloce, poi ho visto che il mio amico perdeva sangue dalla schiena".


Genova
IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer