DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     CISL LIGURIA COMMENTA IL NO ALLA GRONDA         GIOVANNI TOTI SULLA GRONDA         TRENITALIA: IL M5S VUOLE AL PI PRESTO UN TAVOLO DI DISCUSSIONE         NUOVO GOVERNO O VOTO?         GRONDA: GRANDE BEFFA PER GLI ESPROPRIATI         MARCIA DELLA LUCE         BILIARDO: RICCARDO SINI CAMPIONE EUROPEO PALLA 9         MARCO BUCCI SULLA CRISI DI GOVERNO         I CANTIERI GENOVESI         TRUFFE AGLI ANZIANI: INTERVISTA A STEFANO GARASSINO        


L'ex Ici trema: ministeri condannati a sborsare 22 milioni di euro a Tursi

Pubblicato il 22 / 1 / 2018

22 milioni di euro. E' questa la somma che i ministeri dell'Interno e di Economia e Finanze dovrebbero versare al Comune di Genova a causa dei mancati rimborsi erogati a compensazione del minor gettito incassato dall'Ici sugli immobili di categoria D, ovvero i beni strumentali delle imprese come fabbriche, alberghi, teatri... e tanti altri ancora. Il periodo è quello compreso fra il 2002 e il 2014.

Ricordiamo che l'Ici, l'imposta comunale sugli immobili, è stata sostituita nel 2012 dall'Imu, l'Imposta municipale propria. Un bel bottino quello che dovrebbe rientrare nelle casse di Tursi. Così è stato stabilito dalla sentenza di primo grado, pubblicata il 12 gennaio scorso, con la quale il Tribunale di Genova si è pronunciato sulla causa avviata dal comune genovese nei confronti dei due Ministeri, condannandoli a pagare 22.120.431 euro oltre agli interessi e alle spese legali.

Palazzo Tursi però, non si senta solo, si trova infatti in buona compagnia rispetto a questa vicenda perché sentenze analoghe sono state emesse in altri comuni come Venezia, Torino, Bologna e Monza.

Non c'è però da essere troppo fiduciosi perché riuscire a far rientrare quella somma ingente di denaro dai Ministeri sarà un'impresa complessa, se non quasi impossibile, perché se da una parte l'iter giudiziario italiano prevede altri due gradi di giudizio, dall'altra il Ministero delle Finanze non è attrezzato per essere eventualmente pronto a sborsare la cifra prevista.

Sulla questione si è espresso così l'assessore al Bilancio del Comune di Genova Pietro Picciocchi: “Dalle verifiche che ho fatto risulta che il Ministero non abbia previsto neanche un accantonamento a bilancio per soddisfare la richiesta”. Nonostante questo l'assessore promette di non rinunciare a una somma che per le casse di Palazzo Tursi costituirebbe vero e proprio ossigeno, rigenerante.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer