DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     DEMOLIZIONE PONTE MORANDI, IL PROGETTO C'Ŕ MA SI ALLUNGANO I TEMPI         DEMOLIZIONE PONTE, BUCCI CHIEDE IL DISSEQUESTRO. SI POTREBBE PARTIRE DALLA PARTE OVEST         NICOLA ZINGARETTI OGGI A GENOVA, VISITERÓ LA ZONA ARANCIONE         GENOVA-ROMA: VOLO ALITALIA A 200 EURO         ESTORSIONE, ARRESTATO PIZZIMBONE NELL'AMBITO DELL'INCHIESTA SUI RIFIUTI         PONTE MORANDI, I RESTI CONFERMANO L'AMMALORAMENTO         BUCCI DA TONINELLI PER IL NUOVO PONTE, I TECNICI PUNTANO SULLA CIMOLAI SPA         NUOVO SCONTRO TRA TOTI E TONINELLI         MANIFESTAZIONI E PRESIDI, IN PIAZZA LE RSU DI PIAGGIO AEROSPACE         IPOTESI UNITARIA PER LA RICOSTRUZIONE, LE AZIENDE FRENANO        


Aumenti Tari, l'idea del Comune и quella di diluirli in dieci anni

Pubblicato il 29 / 1 / 2018

Genova. La nuova scommessa del sindaco Marco Bucci: aumenti diluiti in dieci anni. Stiamo parlando della tanto, poco amata, Tari. L'ipotesi di un lieve aumento, uno 0.53%, che potrebbe essere azzerato perché spalmato da qui al prossimo 2028.

I costi supplementari, ben più alti del previsto, la giunta Bucci conta di attutirli nei prossimi anni grazie a una serie di elementi che farebbero diminuire le spese. Come? Attraverso, per esempio, la riapertura di Scarpino, l'incremento della raccolta differenziata e una massiccia spending review aziendale. E' questo lo start per arrivare poi a chiudere i conti della Tari, elemento significativo della crisi pluriennale del settore.

La legge di Bilancio ha prorogato anche per il 2018 la facoltà per i Comuni di determinare in modo più flessibile le tariffe della tassa sui rifiuti Tari. Per gestire una cifra sostanziosa, un ulteriore 8-9% aggiuntivo al 6% applicato nel 2017, si ricorre a una dilatazione. In parole semplici: si mantiene il costo complessivo, cioè il monte della Tari spalmato su tutti i genovesi, che ammonta a 134 milioni, e si spalma la differenza sulle Tari degli anni successivi.

La mazzata finale potrebbe essere quella di distribuire altri 12 milioni nei prossimi dieci anni, facendo lievitare la tariffa a partire da quest'anno. L'idea del Comune è quella di portare a casa due operazioni che neutralizzerebbero gli aumenti, tra questi i più significativi sono però anche i più difficili: la riapertura di Scarpino e l'incremento della raccolta differenziata, con un piano particolarmente aggressivo. A ciò si aggiunge una gestione interna oculata – senza incidere sul personale – e la possibilità di trattare una parte di rifiuti oggi inviati fuori Liguria in impianti locali.

“Invece di spostare solo il problema agli anni successivi - precisa l’assessore al Bilancio, Pietro Piciocchi - aggrediamo il problema per risolverlo”.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
┬ę TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer