DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     MOSTRA MODIGLIANI A GENOVA, RIS: OPERE FALSE         DEMOLIZIONE MORANDI: ESPLOSIVO PER PILA 8, ESPOSTO IN PROCURA DA PARTE DEL COMITATO LIBERI CITTADINI DI CERTOSA         SFOLLATI PONTE MORANDI, A MARZO ANCORA NELLE CASE         PORTA A SPALLA 13 KG DI DROGA, ARRESTATO         PONTE, SI PROCEDE TRA LAVORI E INDAGINI         SAMPDORIA E GENOA AL LAVORO CON UMORI DIFFERENTI         GENOVA, FIGLIA MINORENNE DROGATA E STUPRATA DA MADRE E PATRIGNO         ARRESTI DOMICILIARI PER I GENITORI DI RENZI, PROVVEDIMENTO ANCHE PER UN IMPRENDITORE DI CAMPO LIGURE         SANT'EGIDIO, UNA MESSA PER RICORDARE GLI HOMELESS MORTI PER STRADA         GENOVA, CORTEO DEGLI STUDENTI CONTRO LA NUOVA MATURITà        


Aumenti Tari, l'idea del Comune и quella di diluirli in dieci anni

Pubblicato il 29 / 1 / 2018

Genova. La nuova scommessa del sindaco Marco Bucci: aumenti diluiti in dieci anni. Stiamo parlando della tanto, poco amata, Tari. L'ipotesi di un lieve aumento, uno 0.53%, che potrebbe essere azzerato perché spalmato da qui al prossimo 2028.

I costi supplementari, ben più alti del previsto, la giunta Bucci conta di attutirli nei prossimi anni grazie a una serie di elementi che farebbero diminuire le spese. Come? Attraverso, per esempio, la riapertura di Scarpino, l'incremento della raccolta differenziata e una massiccia spending review aziendale. E' questo lo start per arrivare poi a chiudere i conti della Tari, elemento significativo della crisi pluriennale del settore.

La legge di Bilancio ha prorogato anche per il 2018 la facoltà per i Comuni di determinare in modo più flessibile le tariffe della tassa sui rifiuti Tari. Per gestire una cifra sostanziosa, un ulteriore 8-9% aggiuntivo al 6% applicato nel 2017, si ricorre a una dilatazione. In parole semplici: si mantiene il costo complessivo, cioè il monte della Tari spalmato su tutti i genovesi, che ammonta a 134 milioni, e si spalma la differenza sulle Tari degli anni successivi.

La mazzata finale potrebbe essere quella di distribuire altri 12 milioni nei prossimi dieci anni, facendo lievitare la tariffa a partire da quest'anno. L'idea del Comune è quella di portare a casa due operazioni che neutralizzerebbero gli aumenti, tra questi i più significativi sono però anche i più difficili: la riapertura di Scarpino e l'incremento della raccolta differenziata, con un piano particolarmente aggressivo. A ciò si aggiunge una gestione interna oculata – senza incidere sul personale – e la possibilità di trattare una parte di rifiuti oggi inviati fuori Liguria in impianti locali.

“Invece di spostare solo il problema agli anni successivi - precisa l’assessore al Bilancio, Pietro Piciocchi - aggrediamo il problema per risolverlo”.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer