DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     MOSTRA MODIGLIANI A GENOVA, RIS: OPERE FALSE         DEMOLIZIONE MORANDI: ESPLOSIVO PER PILA 8, ESPOSTO IN PROCURA DA PARTE DEL COMITATO LIBERI CITTADINI DI CERTOSA         SFOLLATI PONTE MORANDI, A MARZO ANCORA NELLE CASE         PORTA A SPALLA 13 KG DI DROGA, ARRESTATO         PONTE, SI PROCEDE TRA LAVORI E INDAGINI         SAMPDORIA E GENOA AL LAVORO CON UMORI DIFFERENTI         GENOVA, FIGLIA MINORENNE DROGATA E STUPRATA DA MADRE E PATRIGNO         ARRESTI DOMICILIARI PER I GENITORI DI RENZI, PROVVEDIMENTO ANCHE PER UN IMPRENDITORE DI CAMPO LIGURE         SANT'EGIDIO, UNA MESSA PER RICORDARE GLI HOMELESS MORTI PER STRADA         GENOVA, CORTEO DEGLI STUDENTI CONTRO LA NUOVA MATURITà        


La storia di Stefania. Fuggita da Villa Basilea e morta per vedere la madre

Pubblicato il 2 / 2 / 2018

GENOVA – Si indaga ancora sulla morte di Stefania, la donna di 32 anni caduta dal parapetto di Villa Basilea. Un volo di 5 metri e un impatto fatale sul terreno. Pare che la donna volesse fuggire per andare a trovare l’anziana madre ricoverata all'Ospedale Villa Scassi e sincerarsi delle sue condizioni cliniche. Luca Pallavicini responsabile di Villa Basilea è intervenuto nella trasmissione "Amici Miei” condotta da Enrico Cirone su Telegenova:

“I carabinieri stanno effettuando l'indagine sulle immagini delle telecamere a circuito chiuso. La dinamica dell'incidente appare chiara. Il mio cordoglio va alla mamma, abbiamo cercato di trasmettere a Stefania i valori materiali e immateriali che la nostra struttura da 33 anni porta avanti. Credo che queste cose siano oggetto di una fatalità, della forte vicinanza tra la mamma e la figlia. I nostri operatori sono scioccati per ciò che è accaduto”.

Ma non si poteva evitare di separare la figlia dalla madre, visti i tanti problemi famigliari?
“In questo caso penso di no, il pronto soccorso insieme agli amministratori di sostegno hanno ritenuto necessario cercare una struttura sul territorio e si sono rivolti a noi. Avevamo disponibilità temporanea di un posto e l'abbiamo messo a disposizione. Penso che la loro casa fosse inagibile secondo ciò che mi è stato riferito, di più non so dirvi...”

Quale tipo di cure stava ricevendo la donna?
"Stavamo procedendo passo per passo. Avevamo programmato una visita dallo psichiatra per Stefania e successivamente una visita dal neurologo. L'intenzione era quella di procedere gradualmente alle cure e poi riavvicinarla alla madre. La sofferenza che proviamo anche noi è devastante, perchè quando ci lascia un ospite giovane in maniera così inaspettata e drammatico è doloroso. La morte è sempre un momento di forte lacerazione, e in una famiglia che attraversa una situazione difficile è doppiamente doloroso. Faccio le mie condoglianze alla famiglia”


Genova
IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer