DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     PEDONE INVESTITO DA UNA MOTO IN ZONA FOCE         GUIDO ROSSA, DAL 26 MARZO SARà COMPLETA         SPACCIO, COLTI IN FRAGRANTE TRE GENOVESI         FIRMA MEMORANDUM VIA DELLA SETA, LA LIGURIA IN PRIMA FILA PER PORTI E INDUSTRIA         PIAGGIO AEROSPACE, ANCORA UN RINVIO: SITUAZIONE SEMPRE PIù INCERTA         SCONTRO MORTALE IN VIA BOBBIO, AUTOMOBILISTA AGLI ARRESTI DOMICILIARI PERCHé PASSò CON IL ROSSO         SAMP, FUTURO A STELLE E STRISCE         VIAREGGIO CUP, VENERDì I QUARTI DI FINALE         CARIGNANO, SCRITTE CONTRO BUCCI         CARDINAL BAGNASCO: "TUTTI ASPIRANO A GUADAGNARSI IL PANE"        


Sampdoria sconfitta a Crotone, Giampaolo: "Abbiamo fatto una non-partita"

Pubblicato il 12 / 3 / 2018

Sampdoria. C’è poco da dire. E quel poco Marco Giampaolo lo dice con chiarezza: «È stata una non-partita, per noi non è mai cominciata. Una sconfitta pesante e bruciante sulla quale tutti dobbiamo riflettere. L’ultimo gol è stata la fotografia della nostra prestazione. Abbiamo sbagliato qualcosa su tutti i gol incassati, in ognuno ci abbiamo messo lo zampino. E abbiamo spianato la strada al Crotone».

Disegno. La schiettezza del tecnico blucerchiato è netta anche quando spiega la sostituzione di Ramírez alla mezzora: un cambio che già tanto fa parlare. «Non era più la sua partita – dice -, la gara aveva già preso una sua direzione: non c’erano spazi e dovevamo provare a saltare il traffico in mezzo del Crotone. Dobbiamo resettare tutto. All’inizio avevo scelto Caprari perché sapevo che ci sarebbero stati spazi stretti, ma andare sotto dopo appena 6 minuti ha sconvolto il disegno tattico. Avrei potuto cambiare Gastón anche dopo 10 minuti, ma non per demeriti suoi. Così come il cambio di Torreira: una sostituzione preventiva, per preservarlo dopo i tanti colpi presi e data la sua diffida. Capezzi ha potuto mettere minuti nelle gambe».

Crescita. «Abbiamo subito tre gol senza nemmeno accorgercene – prosegue Giampaolo -. Fa male. Avevamo l’opportunità di fare il salto di qualità dal punto di vista mentale e ancora una volta non ci siamo riusciti. Il Crotone è stato bravo a giocare palle lunghe, a favore di vento; mentre noi non siamo stati bravi e reattivi a evitare i pericoli, che peraltro avevamo illustrato ed esaminato in settimana. Siamo mancati sul piano del collettivo. La squadra si era allenata molto bene, è stata una delle migliori settimane di lavoro da quando sono a Genova. Però non riusciamo a vincere nelle gare con le cosiddette piccole e se non riusciamo a fare questo deciso passo avanti non riusciamo a crescere».

Reazione. Il mister parla infine con sincerità anche di quello che è successo negli spogliatoi durante l’intervallo: «Ai miei ho detto che la gara probabilmente era persa, ma che quantomeno dovevamo salvare il nostro orgoglio, giocando la ripresa a testa alta e senza arrendersi. Non era semplice tornare in campo dopo quel primo tempo, ma il piglio e la reazione ci sono stati. Chiaramente non bastano, ma ci sono stati».


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer