DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     CISL LIGURIA COMMENTA IL NO ALLA GRONDA         GIOVANNI TOTI SULLA GRONDA         TRENITALIA: IL M5S VUOLE AL PI PRESTO UN TAVOLO DI DISCUSSIONE         NUOVO GOVERNO O VOTO?         GRONDA: GRANDE BEFFA PER GLI ESPROPRIATI         MARCIA DELLA LUCE         BILIARDO: RICCARDO SINI CAMPIONE EUROPEO PALLA 9         MARCO BUCCI SULLA CRISI DI GOVERNO         I CANTIERI GENOVESI         TRUFFE AGLI ANZIANI: INTERVISTA A STEFANO GARASSINO        


Studenti e insegnanti implorano Arpal di "alzare l'allerta"

Pubblicato il 20 / 3 / 2018

"Dal 2017 ci arrivano decine di richieste da parte di studenti e alcuni insegnanti di elevare l'allerta a ogni perturbazione. Provengono prevalentemente dall'Imperiese e molte sono decisamente poco educate se non minacciose". Così l'Arpal commentando la notizia sui messaggini ricevuti dagli studenti che 'implorano' l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente Liguria di elevare l'allerta in caso di maltempo. Un allerta elevata infatti comporta necessariamente la chiusura delle scuole.

Tra i messaggi ricevuti ce ne sono alcuni decisamente imperativi: "Date allerta arancione su Imperia!!!", oppure "Belin mettete 'sta allerta arancione a Imperia che diluvia", "Per favore domani fate chiudere le scuole, mettete allerta...  succede un disastro se non mettete allerta, il popolo si scatenerà contro di voi". Ma c'è anche chi chiede "quanto serve (in millimetri di pioggia, ndr)" per avere un allerta arancione.

Arpal non ha strumenti per fermare questa alluvione di sciocchezze (cui partecipa anche qualche insegnante) ma si è messo in contatto con l'Ufficio scolastico regionale per inserire nel pacchetto formativo degli insegnanti alcuni incontri con gli esperti previsori dell'agenzia.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer