DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     LORSICA, OPERAIO SCHIACCIATO DA MACCHINARIO ALL'INTERNO DELLA CAVA PONTE MAESTRA         PONTE MORANDI, BUCCI: "PENSO FAREMO TUTTO IL 27"         ALBISOLA, POLIZIA SPARA IN ARIA PER FERMARE PUSHER         EX NIRA, EDIFICIO ABBATTUTO ENTRO DUE SETTIMANE         PONTE MORANDI, ESPLOSIONE PILE 10 E 11: 300 METRI DI "ZONA ROSSA" E 3.170 RESIDENTI EVACUATI         PONTE MORANDI, ESPLOSIONE PILE 10 E 11: BOTTA E RISPOSTA TRA I MINISTRI COSTA E SALVINI         CARDINAL BAGNASCO: "SUL LAVORO SERVONO DECISIONI ARDITE"         SESTRI PONENTE, DICIOTTENNE ACCOLTELLA TRE VOLTE IL PADRE: DENUNCIATA A PIEDE LIBERO E SCARCERATA NELLA NOTTE         GENOVA, CANDIDATURA EXPO: PER TOTI E BUCCI ESISTONO LE PREMESSE         FORZA ITALIA, BIASOTTI A BERLUSCONI: "SERVE UN CAMBIAMENTO RADICALE"        


Genova, commercialista nei guai per aver sfregiato la moglie

Pubblicato il 5 / 4 / 2018

Genova. Un rapporto compromesso da tempo. La solita lite nel salotto di casa, davanti al televisore. Il quartiere è quello di Albaro, della Genova bene, sono le 20 di venerdì sera. Michele, commercialista di 55 anni, discute animatamente con la moglie Chiara, 52 anni (i nomi sono di fantasia per tutelare la privacy).

Lei prende un oggetto di ceramica di valore da un mobile lo scaraventa con violenza a terra. Lo distrugge. Michele di fronte a quel gesto a quel punto perde la testa. Afferra una bottiglia e la rompe. E con il coccio della stessa colpisce al volto Chiara. La ferita è profonda, il sangue ricopre la moglie. A dare l’allarme è la stessa donna preoccupata che la situazione possa degenerare.

"Venite, mio marito mi ha picchiato", racconta alla centrale operativa del numero di emergenza. La chiamata viene smistata alle ambulanze della Genova Soccorso e, come da prassi, ai carabinieri. Sul posto arrivano le pattuglie del nucleo operativo della compagnia di San Martino che sono impegnate in un servizio di controllo nella zona. Si capisce subito che le condizioni della donna sono tali da dover ricorrere alle cure ospedaliere.

Per questo Lidia viene portata al pronto soccorso del San Martino. I medici le diagnosticano una brutta ferita al volto. Per sistemare lo sfregio inflittale dal marito servono alcuni punti di sutura. La prognosi è di quindici giorni. La donna non vuole però denunciare il marito che l'ha colpita violentemente. 

I carabinieri a quel punto ascoltano la donna, provano a ricostruire nel dettaglio quanto avvenuto all’interno dell’abitazione di Albaro. E focalizzano l’attenzione sulle ferite gravi provocate alla vittima, lo sfregio al volto per capirci, e l’uso della bottiglia rotta come oggetto contundente. Per questo sulla base delle nuove normative contro la violenza sulle donne procedono d’ufficio


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer