DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     DEMOLIZIONE PONTE MORANDI, IL PROGETTO C'Ŕ MA SI ALLUNGANO I TEMPI         DEMOLIZIONE PONTE, BUCCI CHIEDE IL DISSEQUESTRO. SI POTREBBE PARTIRE DALLA PARTE OVEST         NICOLA ZINGARETTI OGGI A GENOVA, VISITERÓ LA ZONA ARANCIONE         GENOVA-ROMA: VOLO ALITALIA A 200 EURO         ESTORSIONE, ARRESTATO PIZZIMBONE NELL'AMBITO DELL'INCHIESTA SUI RIFIUTI         PONTE MORANDI, I RESTI CONFERMANO L'AMMALORAMENTO         BUCCI DA TONINELLI PER IL NUOVO PONTE, I TECNICI PUNTANO SULLA CIMOLAI SPA         NUOVO SCONTRO TRA TOTI E TONINELLI         MANIFESTAZIONI E PRESIDI, IN PIAZZA LE RSU DI PIAGGIO AEROSPACE         IPOTESI UNITARIA PER LA RICOSTRUZIONE, LE AZIENDE FRENANO        


Liguria pride, la Regione "evento che non rispecchia le prioritÓ politiche della Giunta"

Pubblicato il 18 / 5 / 2018

GENOVA - Regione Liguria non fa alcuna marcia indietro. A seguito della riunione in Commissione, dove sono state audite le associazioni alla presenza della vicepresidente Sonia Viale e dell’assessore alle Pari Opportunità Ilaria Cavo, Regione conferma la propria scelta, assunta con delibera di Giunta, di negare il patrocinio al Liguria Pride e ribadisce le seguenti considerazioni: non si tratta di un atto discriminatorio e tanto meno nessuno vuole negare alle associazioni il diritto di manifestare. Semplicemente, ed è stato ribadito, chiunque potrà andare in piazza ma non con il logo di Regione Liguria che viene assegnato agli eventi in linea con le politiche della Giunta. 

La legge sui patrocini li assegna a manifestazioni che abbiano particolare rilevanza dal punto di vista culturale, scientifico e istituzionale: questo evento, a cui chiunque, anche della maggioranza, potrà singolarmente partecipare, non ha il carattere della istituzionalità. È dunque pretestuoso che le minoranze avanzino accuse di discriminazione. In nessun intervento odierno sono stati segnalati episodi o atti discriminatori di questa Giunta nella sua operatività e che anche la nota aggiuntiva pervenuta oggi non parla di richiesta di adeguamento o discriminazione in fatto di politiche sociali o familiari. Semplicemente la manifestazione nasce come giornata dell'orgoglio omosessuale, un evento appunto che non rispecchia le priorità politiche di questa Giunta ed è troppo parziale per avere un logo istituzionale.

Questa la posizione della Regione Liguria delineata attraverso un comunicato stampa.


Genova
IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
┬ę TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer