DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     LINGUAGGIO DEI SEGNI IN SALA ROSSA         AL VIA I BUS ELETTRICI         ARCELOR MITTAL         IL DESTINO DELLA MARINELLA DI NERVI         IRON MAN TRIATHLON         FALSI REPORT SULLE CONDIZIONI DEI VIADOTTI AUTOSTRADALI         ISTAT: AUMENTA L'OCCUPAZIONE IN LIGURIA         LA PRO RECCO A STANFORD         AREA SANREMO: ON LINE IL BANDO PER PARTECIPARE         EX MERCATO DI CORSO SARDEGNA: ECCO IL BANDO        


Genoa, ultimo giorno a Neustift. Domani triangolare a Magdeburgo

Pubblicato il 20 / 7 / 2018

È terminato il ritiro a Neustift e il Genoa si gode oggi una giornata di riposo. Domani la preparazione dei rossoblu riprenderà a Brunico dove inizierà la seconda fase del ritiro. Dopo l'ottimo lavoro svolto dalla squadra in Austria, sono emerse importanti considerazioni in vista della prossima stagione. In primis la rosa è troppo ampia, Ballardini è stato chiaro «Dobbiamo alleggerirci». Ci sono alcuni giocatori che non rientrano nei piani del tecnico e quindi, dopo le due settimane di Neustift, è probabile che restino ad allenarsi a Pegli. È chiaro che giocatori come Galabinov, Rossettini, El Yamiq e Omeonga non fanno parte dei piani. Ci sono poi giovani come Vodisek, Asencio, Zanimacchia e Callegari che sono destinati ad andare via in prestito. Inoltre in settimana rientreranno dalle vacanze post Mondiale sia Hiljemark che Laxalt, quindi gli spazi si restringeranno ulteriormente. Insomma la società rossoblu dovrà sfoltire parecchio la rosa, per restare con massimo 25 giocatori. Occhi puntati soprattutto sull'attacco. Le amichevoli in Austria hanno mostrato tutte le qualità di Piatek. Il polacco ha segnato con la Val Stubai, con lo Zenit e anche con lo Swansea, lasciando in ombra Gianluca Lapadula. Piatek si sta ritagliando uno spazio importante e potrebbe essere lui il centravanti titolare della prossima stagione. Nelle gerarchie osservate fino ad ora in ritiro, Lapadula è considerato una riserva. Dopo la bella rete allo Zenit, l'attaccante italo-peruviano non è riuscito a trovare continuità nelle prestazioni. La sua è una situazione da valutare. Il Genoa ha effettuato uno sforzo importante in termini economici per strapparlo al Milan, ma la sua esplosione a Genova non è mai arrivata. Sulle sue tracce ci sono Bologna e Udinese che attendono le scelte di Ballardini. Con Piatek, Kouamè, Spinellli, Galabinov, e probabilmente Favilli c'è una competizione elevatissima nel reparto avanzato. Adesso Ballardini e la società sono chiamati a scelte importanti.

Alessandro Bacci


Genoa
IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer