DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     PONTE MORANDI, SI AGGRAVA LA POSIZIONE DI AUTOSTRADE         MAXI OPERAZIONE ANTIDROGA DEI CARABINIERI DI GENOVA         SAMPDORIA, PAREGGIO SENZA VAR         PAURA A ORCO FEGLINO, MAXI INCENDIO NELLA NOTTE         INCHIESTA CROLLO MORANDI, "NESSUNO SAPEVA CHI DOVESSE CONTROLLARE IL PONTE"         GENOVA, VIA SIFFREDI: MONTATA RAMPA CHE PORTA A GENOVA AEROPORTO         CROLLO MORANDI, ALTRI 40 NOMI NEL MIRINO DEI PM         TOTI: "DEMOLIZIONE AD ASPI? SE SI FA PRIMA S"         ILVA DI CORNIGLIANO, CONVOCATO NUOVO TAVOLO A ROMA PER I 474 ESUBERI                


Bucci nuovo commissario per la ricostruzione

Pubblicato il 5 / 10 / 2018

Genova. La tanto attesa fumata bianca sul nome del commissario straordinario per la ricostruzione è arrivata dopo 50 giorni dal crollo del Morandi e dopo quasi una settimana dall'annuncio del Decreto Genova. Marco Bucci, sindaco del capoluogo ligure dal giugno 2017, è stato nominato commissario per la ricostruzione. 
Girandola di nomi negli ultimi sette giorni, dallo scienziato Roberto Cingolani, al quotato e quasi certo manager di Fincantieri Claudio Gemme ma poi, nel pomeriggio di ieri, è arrivata a Tursi la telefonata da Roma.
Claudio Gemme, unico nome fino a ieri per il ruolo di commissario, ha ribadito, a mangime della nomina di Bucci, che aveva dato la sua disponibilità di fronte ad una richiesta specifica perché credeva fosse giusto impegnarsi per Genova e per la nazione, ma poi è stata inserita la retromarcia e il nome del manager di Fincantieri è sfumato.
«Marco è un generoso e darà tutto. Certo, l’impegno da sindaco è già molto gravoso e spero che questo sia stato preso in considerazione. Come spero che siano state soppesate attentamente le competenze», è stato il commento a caldo di Claudio Gemme.
Con la nomina di Marco Bucci a commissario straordinario per la ricostruzione si rafforza ulteriormente il sodalizio tra lo stesso sindaco e il governatore ligure Giovanni Toti. "Marco potrà concentrarsi sulla ricostruzione con il nostro totale appoggio", ha sottolineato Toti.
Dal canto suo Bucci annuncia di voler fare gioco di squadra e pensa di poter ricostruire il ponte in un periodo di tempo che va dai 12 ai 16 mesi, senza nascondere il proprio gradimento per il progetto di Renzo Piano.
Quello che non piace, da tutti gli angoli del tavolo per il futuro della città, è il decreto Genova che dovrà da subito sciogliere i primi nodi tra cui quello delle risorse insufficienti. Un compito impegnativo ma che è agevolato da consenso bipartisan sul nome di Bucci.
Sotto la lanterna a fare il tifo per il sindaco ci sono gli industriali, i sindacati, la Camera di Commercio e la diocesi, ma anche gli sfollati sembrano soddisfatti della nomina di Bucci.
La richiesta unanime per il primo cittadino è quella che continui a dimostrare lo stesso carattere e la stessa passione per Genova, come fatto fino ad ora.
Si spera, a questo punto della partita, che tutte le pedine importanti siano scese in campo per ridare a Genova un nuovo ponte e un futuro luminoso.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer