DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     PONTE MORANDI, SI AGGRAVA LA POSIZIONE DI AUTOSTRADE         MAXI OPERAZIONE ANTIDROGA DEI CARABINIERI DI GENOVA         SAMPDORIA, PAREGGIO SENZA VAR         PAURA A ORCO FEGLINO, MAXI INCENDIO NELLA NOTTE         INCHIESTA CROLLO MORANDI, "NESSUNO SAPEVA CHI DOVESSE CONTROLLARE IL PONTE"         GENOVA, VIA SIFFREDI: MONTATA RAMPA CHE PORTA A GENOVA AEROPORTO         CROLLO MORANDI, ALTRI 40 NOMI NEL MIRINO DEI PM         TOTI: "DEMOLIZIONE AD ASPI? SE SI FA PRIMA Sì"         ILVA DI CORNIGLIANO, CONVOCATO NUOVO TAVOLO A ROMA PER I 474 ESUBERI                


Viabilità ponente a Genova, più di 100 mila mezzi al giorno

Pubblicato il 11 / 10 / 2018

Genova. A quasi due mesi dal crollo di ponte Morandi Genova sta cercando di rialzare la testa e di trovare una via d'uscita per provare a tornare ad una vita “normale”. Tra i vari problemi che attanagliano la città certamente quello del traffico è tra i più scottanti.

I dati evidenziano come la circolazione di mezzi privati in via Siffredi e in via Guido Rossa sia raddoppiato dai giorni successivi al 14 agosto. Il numero supera abbondantemente i 100 mila al giorno, sia verso levante che verso ponente.

La causa-effetto? Rallentamenti, intasamenti, incidenti, sia frontali che laterali, e aumento notevole di stress tra le vie del capoluogo.

Il Comune ha messo in atto diverse contromosse per contrastare questo problema, dall'apertura ai camion di via della Superba, all'incremento di taxi e bus turistici che consentano l'accesso diretto in porto tramite le aree Ilva, all'allargamento a 5 corsie di lungomare Canepa che si completeranno a fine novembre. Ma le strade che portano alla risoluzione non sono infinite e, com'è auspicabile immaginare, passeranno tanti mesi, si spera non anni, prima che Genova possa riavere il suo ponte.

L'obiettivo primario della giunta è quello di limitare drasticamente l'uso di mezzi privati, sollecitando a spostarsi con quelli pubblici. "Dobbiamo puntare sul trasporto pubblico - spiega l'assessore ai trasporti e vice sindaco Stefano Balleari -, ma nello stesso tempo dobbiamo garantire tempi di percorrenza certi. Il potenziamento della Metro, di tutte le linee e l'aggiunta di nuove e servizi dedicati agli studenti, sta dando risultati. Parlerei di una situazione complessa per quanto riguarda la circolazione nel ponente, mai di blocco, ma di rallentamenti" – chiosa Balleari.

Per quando riguarda il ripristino della 30 giugno, che secondo il cronoprogramma del sindaco Marco Bucci riaprirà lunedì, sono in corso i lavori di Pavimental, società di Autostrade.

Se si pensa che sul viadotto di ponte Morandi passavano 130 mila mezzi al giorno, oggi gli stessi sono stati dirottati nella zona di Sestri Ponente. Basterebbe un veloce calcolo per capire com'è congestionata la città.

A questo punto la domanda è d'obbligo, quale futuro attenderà Genova?


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer