DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     MIGNANEGO, ANZIANI INTOSSICATI PER ROGO IN APPARTAMENTO         RICOSTRUZIONE PONTE, POSSIBILE ALLEANZA TRA AZIENDE ANCHE PER LA RICOSTRUZIONE         ROCCIATRICE MILANESE MUORE AD ORCO FEGLINO DURANTE UNA SCALATA         INCIDENTE MORTALE IN VIA MILANO, MUORE UN UOMO DI 60 ANNI         METROPOLITANA FERMA PER UN GUASTO, DISAGI IN MATTINATA SOPRATTUTTO A CERTOSA         PRESIDIO SOTTO LA PREFETTURA DOPO LA MORTE DI VENERDž NELLA GALLERIA DEL TERZO VALICO         GENOA: SCONFITTA AI RIGORI E JURIC ESONERATO         INAUGURATA LA RAMPA TRA LA GUIDO ROSSA E IL CASSELLO DI AEROPORTO         BYPASS VIA FILLAK: RESIDENTI SI DICONO CONTRARI         LIGURIA, DAL 2019 BENZINA MENO CARA: SALTANO ACCISE SUL MALTEMPO        


Decreto Genova, frenata per dubbi sui costi

Pubblicato il 25 / 10 / 2018

Roma. Giorno caldi per quanto riguarda il decreto Genova che da ieri è approdato alla Camera.

Da Roma si vocifera che il Dl Genova, prima di essere approvato, dovrà passare dalla Commissione Bilancio. Sono stati richiesti chiarimenti al governo sulle coperture finanziarie a causa dei numerosi emendamenti apportati. Tra questi è nato il punto interrogativo sulla cosiddetta zona franca urbana per cui è stata aumentata la durata nel tempo ma dimezzata la copertura, fanno sapere fonti del Pd.

Il decreto Genova prevede che 72 milioni vadano a favore degli sfollati, a disposizione del commissario Bucci che gestirà secondo le proprie esigenze.

Sono state aumentate le possibilità di assunzione da parte degli enti locali, da 250 a 300 unità, e i finanziamenti collegati, per un totale, tra 2018 e 2019, di 13,5 milioni. Anche all’Autorità portuale viene data la possibilità di assumere venti unità.

Alle imprese delle zona rossa andranno 10 milioni, 5 in più rispetto alla prima proposta, mentre saranno 35 i milioni di indennizzo ai commercianti delle zona rossa.

Come annunciato, la cassa in deroga, prima esclusa, è stata introdotta per un anno, con un finanziamento di 30 milioni (11 sul 2018 e 19 sul 2019).

Per il porto, oltre ai 30 milioni, sono stati aggiunti 4,2 milioni.

Non sono mancate però le polemiche: già ieri mattina, prima della discussione in Aula, la parlamentare Dem Raffaella Paita, ha rimarcato l'assenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, “il ministro Toninelli non ha ritenuto di partecipare alla discussione”, e poi, la stessa Paita, ha attaccato il dl, “è vuoto, perché le misure fiscali sul porto e l’autotrasporto sono state delegate al decreto fiscale”.

Anche lo spezzino Andrea Orlando non ci sta: “Nel decreto non c’è scritto chi farà il ponte, cosa su cui si è discusso tutta l’estate”. Non mancano gli attacchi anche dai forzisti che denunciano l'assenza di voci relative alle grandi opere.

Cauto ottimismo arriva dal governatore ligure Giovanni Toti, dopo la battaglia social andata spesso in scena con il ministro Toninelli: “Ringrazio tutti i parlamentari liguri di governo e di minoranza che hanno collaborato perché uscisse un buon testo, che contiene ancora alcune perplessità, soprattutto relativamente all’articolo 1, che disciplina ruolo del commissario e la ricostruzione ma è un testo che risolve invece altre perplessità che avevamo, dagli indennizzi agli sfollati, agli aiuti alle imprese, alla zona franca urbana, al sostegno al porto”, conclude Toti.

Genova, intanto, attende notizie conclusive da Roma.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer