DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     MIGNANEGO, ANZIANI INTOSSICATI PER ROGO IN APPARTAMENTO         RICOSTRUZIONE PONTE, POSSIBILE ALLEANZA TRA AZIENDE ANCHE PER LA RICOSTRUZIONE         ROCCIATRICE MILANESE MUORE AD ORCO FEGLINO DURANTE UNA SCALATA         INCIDENTE MORTALE IN VIA MILANO, MUORE UN UOMO DI 60 ANNI         METROPOLITANA FERMA PER UN GUASTO, DISAGI IN MATTINATA SOPRATTUTTO A CERTOSA         PRESIDIO SOTTO LA PREFETTURA DOPO LA MORTE DI VENERDý NELLA GALLERIA DEL TERZO VALICO         GENOA: SCONFITTA AI RIGORI E JURIC ESONERATO         INAUGURATA LA RAMPA TRA LA GUIDO ROSSA E IL CASSELLO DI AEROPORTO         BYPASS VIA FILLAK: RESIDENTI SI DICONO CONTRARI         LIGURIA, DAL 2019 BENZINA MENO CARA: SALTANO ACCISE SUL MALTEMPO        


Morandi: la procura ascolterÓ Di Pietro e Delrio

Pubblicato il 3 / 12 / 2018

Genova. La procura di Genova ha deciso di sentire come persone informate dei fatti, nell'ambito dell'inchiesta sul crollo di ponte Morandi, gli ex ministri delle Infrastrutture Graziano Delrio e Antonio Di Pietro. La scelta della procura di puntare su un livello politico per fare chiarezza sulle responsabilità del crollo arriva dopo aver sentito un centinaio di testimoni e interrogato i pochi indagati disposti a rispondere. Delrio verrà sentito il 19 dicembre, Di Pietro il 21. Delrio è il predecessore del ministro Toninelli.

Con Delrio al dicastero delle Infrastrutture si è compiuto il lungo iter per la ristrutturazione del viadotto, approvato e mai avvenuto. Di Pietro è stato ministro dal 2006 al 2008, con lui venne siglata la convenzione con Autostrade per l'Italia. In più occasioni l'ex pm ha detto: "È vero che c'è una responsabilità da parte di Autostrade sull'omessa manutenzione, ma è anche vero che c' è un omesso controllo da parte del ministero". 

Nell'indagine ci sono 21 indagati (manager di Aspi, Spea e dirigenti del ministero) e due società per responsabilità oggettiva (Aspi e Spea). Dei 21 indagati tre hanno risposto alle domande e uno, l'ad di Austostrade Giovanni Castellucci, ha consegnato una memoria, gli altri si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Gli unici a parlare sono stati il direttore della prima divisione generale del ministero delle Infrastrutture, Bruno Santoro, il dirigente della quarta divisione, Giovanni Proietti e Mario Bergamo, ex direttore delle manutenzioni di Aspi.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
┬ę TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer