DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     GENOA - TORINO, CONTESTAZIONE ANNUNCIATA         IL SOTTOSEGRETARIO GENOVESE DELLA LEGA ARMANDO SIRI INDAGATO PER CORRUZIONE         GENOA, RIENTRA STURARO MA I TIFOSI DISERTANO         LE ACCUSE A CASSANO, RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE         PONTE MORANDI, PARTITA LA RICOSTRUZIONE, AL VIA LO SMONTAGGIO DELLA PILA 5         PIAGGIO AEROSPACE: 504 LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE DAL 2 MAGGIO         FUTURO DELL'EX MOODY, SI TRATTA CON IL GRUPPO HI FOOD         CAMPO LIGURE, QUESTA SERA IL RICORDO DI DON GALLO         IMPERIA, ARRESTATA PRESIDE: USAVA AUTO DELLA SCUOLA PER VIAGGI PERSONALI         SMONTAGGIO PILA 5 MORANDI, SI PARTE QUEST'OGGI        


Nuovo ponte, il progetto di Piano non si "tocca"

Pubblicato il 8 / 4 / 2019

Genova. Hanno preso il via le operazioni propedeutiche per l'abbattimento della pila 5 di ponte Morandi. A renderlo noto in queste ore l'ATI dei demolitori che si stanno occupando di smantellare l'oramai ex viadotto sul Polcevera.

Le maxi gru che smonteranno i piloni entreranno in azione durante la prima parte della settimana e “attaccheranno” il manufatto dall'impalcato.

Le gru necessarie allo smontaggio della pila 5 sono state trasportate in cantiere tramite 72 camion di cui 40 con trasporto eccezionale notturno. Sono state assemblate in 10 giorni, hanno una capacità di sollevamento di 600 tonnellate e un'altezza massima di 80 metri.

Le gru lavoreranno in coppia per il calo a terra degli elementi del viadotto che verranno sezionati in quota. Sono state realizzate piste di cantiere ad hoc con materiale compattato per supportare le gru durante le operazioni.

Nel frattempo i tecnici della Omini stanno lavorando per abbassare al suolo le ultime due travi tampone sul lato ovest del Morandi.

Dopo l'ok del ministro all'Ambiente Costa e di quello alle Infrastrutture Toninelli, si può dire partita la seconda fase, quella della ricostruzione. È stato infatti approvato il decreto che segna il passaggio dal progetto definitivo a quello esecutivo. Nella giornata odierna quest'ultimo è stato depositato in città metropolitana, mentre la struttura commissariale si appresta a nominare l’ente terzo validatore e il collaudatore. In queste ore è arrivata anche la conferma che il prospetto di Renzo Piano non si tocca, e l'ultima parola spetterà a Genova.

Si potrà ragionare sui dettagli e sulle osservazioni tecniche (per esempio sul tipo di asfalto più ruvido scelto dai progettisti e sui deumidificatori sui cassoni), ma l'impianto di base non cambia: confermate le pile e le luci che accompagneranno il ponte, a distanza 50 metri l'una dall'altra. Sul fronte indagini invece, dovrebbe prendere il via oggi il secondo incidente probatorio chiedo dalla Procura.


 


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer