DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     MI.ME. 2019: MISSSIONE COMPIUTA A VOLTRI         SANTA MARGHERITA LIGURE: RICONFERMATA LA BANDIERA LILLA         TURISMO: CONFARTIGIANATO SOTTOSCRIVE IL NUOVO PATTO PER IL LAVORO         PONTE MORANDI: VERSO IL RIUTILIZZO DELLE MACERIE         SAMPDORIA: ARRIVA AVOGADRI         TERZO VALICO: PROPOSTO IL NOME DI RETTIGHIERI COME COMMISSARIO         GENOA: NUOVA AMICHEVOLE A NEUSTIFT         MINISTRO SALVINI A GENOVA PER L'ASSEGNAZIONE DEI BENI CONFISCATI ALLA CRIMINALITà         EDILIZIA: ANCORA CRISI IN VAL POLCEVERA         SANITà: DANIELA TROIANO NOMINATA COMMISSARIO STRAORDINARIO ASL 5        


Ponte Morandi, ipotesi uso di esplosivo pila 10 e 11

Pubblicato il 8 / 5 / 2019

Genova. Si aprono nuovi scenari sulla demolizione delle pile 10 e 11 di ponte Morandi: la decisione non è ancora stata presa ma l'opzione di abbattere i due piloni sul lato est con uso di esplosivo si fa sempre più probabile.

Le date non sono ancora state decise e confermate ma se questa ipotesi dovesse concretizzarsi, l'esplosione potrebbe andare in scena da qui a metà/fine giugno.

A confermare ciò il sindaco e commissario Marco Bucci: “I dati dei carotaggi sono confortanti ma la decisione non è stata ancora presa, dev'esserci accordo al 100% tra tutti gli enti coinvolti”, ha dichiarato il primo cittadino. Se si optasse per questa strada è presumibile che i campioni estratti e analizzati delle pile superstiti contengano poco amianto, o comunque in tale quantità da far preferire questa soluzione. “Non prenderemo in considerazione i costi e i tempi, ma solo i fattori di rischio per i cittadini e per chi lavora – ha precisato Bucci – perché l’ipotesi smontaggio comporta più rischi per i lavoratori che devono operare a quelle altezze”.

Come dicevamo le date ancora non sono state fissate: se si facesse esplodere una pila per volta si procederebbe per fine maggio e successivamente metà giugno, qualora l'esplosione coinvolgesse nello stesso momento le pile 10 e 11 i giorni più probabili dovrebbero essere quelli verso fine giugno, primi di luglio.

Nel frattempo, per quanto riguarda il lato ovest del viadotto, proseguono i lavori di smontaggio delle pile ancora in piedi: fra oggi e domani verrà completato il taglio del marciapiede della pila 4, il cui smontaggio è previsto tra l’8 e il 9 maggio; tra il 17 e il 18 maggio dovrebbe invece essere tagliata la penultima trave, che collega le torri 2 e 3.

I lavori di ricostruzione del viadotto Polcevera sono iniziati anche nel cantiere della sponda est. A comunicarlo la struttura commissariale precisando che si tratta dell’avvio degli interventi per i 14 pali di fondazione di quella che sarà la futura pila numero 11. Il tutto si sta svolgendo in una porzione di superficie su cui non insiste, ovviamente, quanto resta da demolire del vecchio viadotto. Ora il cantiere di costruzione è quindi in attività su entrambi i lati.

Dalla ricostruzione alla demolizione: mentre si lavora per il futuro ponte, il commissario Bucci di concerto con Asl, Arpal, Regione e ministero ai Trasporti dovrà decidere come intervenire sulle pile 10 e 11.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer