DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     STEFANO MAI CONTRO I LUPI         AUTOSTRADE: CASTELLUCCI SE NE VA CON UNA MAXI BUONUSCITA         I LAVORATORI DI RIPARAZIONI NAVALI IN MANIFESTAZIONE         PALMARO: LE RICHIESTE DEI CITTADINI         LA POLITICA LIGURE DOPO L'URAGANO DELL'ABBANDONO DI RENZI         TURISMO A VARAZZE         VOTATA LA MOZIONE M5S IN REGIONE SULL'AMIANTO         LA RIAPERTURA DI VIA FILLAK         LE ZES DALLA NOSTRA TRASMISSIONE PORTO E TRASPORTO         FALSI REPORT SULLA SICUREZZA VIADOTTI AUTOSTRADALI        


Alluvione 2011, nuove cause civili contro il Comune

Pubblicato il 13 / 5 / 2019

Genova. Potremmo definirla “la causa infinita” quella relativa all'alluvione del 2011 che costò la vita a sei persone, di cui 4 donne e 2 bambine, per via dell'esondazione del torrente Fereggiano. Le famiglie delle vittime sono pronte a dare battaglia al Comune per i risarcimenti con una causa civile.

“Ad un mese dalla sentenza che ha condannato l'allora sindaco Marta Vincenzi e tutti i responsabili della Protezione civile, il Comune di Genova mantiene il suo assordante silenzio – si legge in una nota degli avvocati – Le parti civili saranno costrette ad agire giudizialmente con ulteriore aggravio delle casse pubbliche. Una situazione sorprendente dopo la disponibilità " a parole" del sindaco Bucci e della sua amministrazione. Aspettavano la sentenza temendo la Corte dei Conti ora dovranno spiegare le parecchie decine di migliaia di euro che pagheranno per le ulteriori spese legali che dovranno sostenere”.

Già nel dicembre scorso si era riaperta una trattativa tra i legali di palazzo Tursi e quelli delle famiglie, da qui la loro necessità di ribadire il concetto su una nota.

Le parti civili saranno intentate per ottenere una porzione delle somme totali che in questo momento mancano per raggiungere i massimali riconosciuti dai giudici.

Nell'aprile scorso, lo ricordiamo, la Cassazione ha confermato le responsabilità penali ma ha stabilito che un ulteriore processo in Corte d'Appello dovrà rideterminare le condanne per l'ex sindaco di Genova Marta Vincenzi e per gli altri imputati. In particolare, per la Vincenzi, è prevista una riduzione legata ad un capo di imputazione per falso venuto meno.

Come riporta La Repubblica – Genova, dall'avvocatura e affari generali del Comune fanno sapere che i risarcimenti partiranno solo dopo che verranno depositate le motivazioni della sentenza. "Li abbiamo sollecitati, abbiamo scritto _ spiega riferendosi al'assicurazione _, più di così non possiamo fare".


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer