DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     LORSICA, OPERAIO SCHIACCIATO DA MACCHINARIO ALL'INTERNO DELLA CAVA PONTE MAESTRA         PONTE MORANDI, BUCCI: "PENSO FAREMO TUTTO IL 27"         ALBISOLA, POLIZIA SPARA IN ARIA PER FERMARE PUSHER         EX NIRA, EDIFICIO ABBATTUTO ENTRO DUE SETTIMANE         PONTE MORANDI, ESPLOSIONE PILE 10 E 11: 300 METRI DI "ZONA ROSSA" E 3.170 RESIDENTI EVACUATI         PONTE MORANDI, ESPLOSIONE PILE 10 E 11: BOTTA E RISPOSTA TRA I MINISTRI COSTA E SALVINI         CARDINAL BAGNASCO: "SUL LAVORO SERVONO DECISIONI ARDITE"         SESTRI PONENTE, DICIOTTENNE ACCOLTELLA TRE VOLTE IL PADRE: DENUNCIATA A PIEDE LIBERO E SCARCERATA NELLA NOTTE         GENOVA, CANDIDATURA EXPO: PER TOTI E BUCCI ESISTONO LE PREMESSE         FORZA ITALIA, BIASOTTI A BERLUSCONI: "SERVE UN CAMBIAMENTO RADICALE"        


Mercoledž 22 maggio: presidio di protesta contro la sospensione della prof.ssa di Palermo

Pubblicato il 20 / 5 / 2019

Genova. A seguito del caso scoppiato a Palermo, dove una professoressa di una scuola superiore è stata sospesa per una ricerca condotta dai suoi alunni (che paragonava le leggi razziali degli anni '30 con il decreto sicurezza dei nostri giorni), a Genova un gruppo di docenti, personale della scuola, genitori, studenti e studentesse delle scuole genovesi ha deciso di convocare un presidio di protesta, mercoledì 22 maggio, alle 17,30 in piazza De Ferrari.

L’obiettivo è protestare contro “l’ignobile atto perpetrato a Palermo nei confronti di una professoressa sospesa dall’insegnamento e di un gruppo di studenti interrogati a scuola dalle forze dell’ordine”. La vicenda è quella di Rosa Maria Dell’Aria, sospesa per 15 giorni dopo un’ispezione del ministero dell’Istruzione per via di un powerpoint che paragonava il decreto Salvini sulla sicurezza alle leggi razziali, powerpoint realizzato dagli studenti della donna, accusata di omesso controllo.

“Tutto questo, in merito alla presentazione di un normale lavoro didattico sul giorno della memoria in cui si faceva un paragone, per noi del tutto sensato e legittimo” continuano gli organizzatori del presidio, uno dei tanti in Italia.

Nel frattempo, proprio mercoledì 22, all'Ufficio scolastico regionale di Palermo il sindacato Usb scuola presenterà una petizione nella quale si chiede l’immediato reintegro della professoressa; petizione che ha raggiunto, in poco tempo, più di 150 mila adesioni.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer