DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     MARCIA DELLA LUCE         BILIARDO: RICCARDO SINI CAMPIONE EUROPEO PALLA 9         MARCO BUCCI SULLA CRISI DI GOVERNO         I CANTIERI GENOVESI         TRUFFE AGLI ANZIANI: INTERVISTA A STEFANO GARASSINO         VIABILITà IN CORSO PERRONE E VIA PORRO         TRIBUTO A FRANK SINATRA         GRONDA: IL NO DI TONINELLI         IL GOVERNATORE TOTI SULLA GRONDA         GIOVANE PRECIPITA DAL TETTO DEL MUSEO NAVALE        


Europee e comunali 2019, i responsi in Liguria

Pubblicato il 28 / 5 / 2019

Genova. Quella uscita dal voto di domenica è una Liguria a trazione leghista, il partito è il primo della regione, capace di sestuplicare il risultato delle europee del 2014. Allora era al 5,56%, oggi è al 33,88%, 14% in più di quanto preso alle politiche del 4 marzo 2018.

Una marea di voti, oltre 251.000 (80.000 in più delle politiche, 210.000 in più delle ultime europee), che ridipingono di verde la maggior parte dei Comuni dell'entroterra e della costa e si prendono tutte le province, in testa l'exploit di Imperia (40,06%), Savona (38,79%), La Spezia (34,85%) e anche la Città metropolitana di Genova (30,2%). "Grazie Liguria", è l'urlo di gioia del viceministro leghista per le Infrastrutture, Edoardo Rixi, parafrasando il "Grazie Italia", di Salvini. E il suo alleato, governatore della Liguria, Giovanni Toti, ancora in Forza Italia (seppur molti scommettono ancora per poco), convoca "una grande assemblea pubblica, dove riunire un nuovo centrodestra", dice, ma il suo peso politico è ufficialmente in fase di ricalcolo e la sua posizione in fase di ricollocazione.

Unico cambio di colore a Genova, che torna ad essere a trazione Pd: i Dem con il 30,05% dei voti scavalcano il Movimento5Stelle (che era il primo partito alle politiche e ora si ferma al 18,36%). Il partito di Zingaretti si lascia alle spalle la Lega, con il 27,56% delle preferenze, riconquista il centro storico, il Levante, ma perde la Valpolcevera che, dopo la tragedia del Morandi, dal M5S passa alla Lega (a Bolzaneto il Carroccio tocca il 46,07%, in una sezione).

Ma quali sono i liguri che si trasferiranno in Europa? I principali partiti sono riusciti a sistemarne uno a testa: nell’exploit leghista Marco Campomenosi riesce a passare come nono della lista del Nord ovest, con un bottino personale di 17 mila preferenze, contando sulla scontata rinuncia al seggio da parte di Matteo Salvini; Brando Benifei del Pd conferma il risultato di qualche anno fa: oltre 50mila preferenze per lui e la metà arrivano da fuori Liguria; il terzo nome è quello di Tiziana Beghin, genovese ma residente ad Alessandria, del M5S: 15 mila preferenze, è stata la più votata in Liguria dai grillini e ha scavalcato la capolista indicata da Luigi Di Maio.

Per quanto riguarda i maggiori comuni liguri: a Lavagna, Rapallo e Santa Margherita si impone il centrodestra, exploit per il riconfermato sindaco di Rapallo Bagnasco, Ventimiglia passa dal centrosinistra al centrodestra e Sanremo riconferma il sindaco uscente Bianchieri, centrosinistra, al primo turno.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer