DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     MARCIA DELLA LUCE         BILIARDO: RICCARDO SINI CAMPIONE EUROPEO PALLA 9         MARCO BUCCI SULLA CRISI DI GOVERNO         I CANTIERI GENOVESI         TRUFFE AGLI ANZIANI: INTERVISTA A STEFANO GARASSINO         VIABILITà IN CORSO PERRONE E VIA PORRO         TRIBUTO A FRANK SINATRA         GRONDA: IL NO DI TONINELLI         IL GOVERNATORE TOTI SULLA GRONDA         GIOVANE PRECIPITA DAL TETTO DEL MUSEO NAVALE        


Caso "spese pazze", Edoardo Rixi condannato a tre anni e cinque mesi

Pubblicato il 30 / 5 / 2019

Genova. Edoardo Rixi, viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, è stato condannato a tre anni e cinque mesi dai giudici del tribunale di Genova per il caso sulle cosiddette “spese pazze” in Regione Liguria tra il 2010 e il 2012, quando il sottosegretario era capogruppo della Lega. Il procuratore capo Francesco Pinto aveva chiesto per Rixi tre anni e quattro mesi.

Per l'accusa, i consiglieri regionali dei vari partiti si sarebbero fatti rimborsare con soldi pubblici, spacciandole per spese istituzionali, cene, viaggi, gite al luna park, gratta e vinci, ostriche, fiori e biscottini. In alcuni casi, sempre secondo l'accusa, venivano riciclate ricevute lasciate da altri avventori. Alla Lega di Rixi sono state contestate, fra le altre cose, le numerose birre acquistate a Pontida in occasione delle feste del periodo di Bossi, gli inspiegabili quindici scontrini di fila emessi in uno stesso giorno dal Caffè dell'Angolo di Mondovì, i 1774 euro spesi nella pelletteria di lusso a Tolentino, agli acquisti al " Chocolate Town" all'Outlet di Serravalle. Tra le spese insomma, risultano, per esempio, costi per ristoranti anche giapponesi, pizzerie, bar, birrerie, pasticcerie, stabilimenti balneari, agriturismo, hotel, un rifugio alpino, abbigliamento e altro.

In tutto gli imputati erano 23.

Una giornata che, fin dalle prime ore, ha corso sul filo del rasoio e che ha visto come protagonisti il governo gialloverde da una parte, il viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Edoardo Rixi dall'altra. Al centro la sentenza che ha condannato il fedelissimo di Matteo Salvini. 

Rixi è accusato di falso e peculato, al senatore leghista francesco Bruzzone sono stati dati due anni e dieci mesi.

Se da una parte Salvini e suoi hanno blindato fin da subito Edoardo Rixi, "Edoardo resterà al suo posto in ogni caso", ha dichiarato il Capitano, dall'altra il Movimento ha più volte annunciato che avrebbe chiesto le dimissioni del viceministro, qualora fosse stato giudicato colpevole. A lanciare la sfida il "riemerso" Alessandro Di Battista, il "combattente", che ha dichiarato alla stampa: "Se condannato deve si deve dimettere". E adesso, cosa accadrà? Che il governo possa cadere sul genovese Edoardo Rixi?

Quel che è certo è che si preannunciano ore e giorni molto caldi.

 


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer