DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     LORSICA, OPERAIO SCHIACCIATO DA MACCHINARIO ALL'INTERNO DELLA CAVA PONTE MAESTRA         PONTE MORANDI, BUCCI: "PENSO FAREMO TUTTO IL 27"         ALBISOLA, POLIZIA SPARA IN ARIA PER FERMARE PUSHER         EX NIRA, EDIFICIO ABBATTUTO ENTRO DUE SETTIMANE         PONTE MORANDI, ESPLOSIONE PILE 10 E 11: 300 METRI DI "ZONA ROSSA" E 3.170 RESIDENTI EVACUATI         PONTE MORANDI, ESPLOSIONE PILE 10 E 11: BOTTA E RISPOSTA TRA I MINISTRI COSTA E SALVINI         CARDINAL BAGNASCO: "SUL LAVORO SERVONO DECISIONI ARDITE"         SESTRI PONENTE, DICIOTTENNE ACCOLTELLA TRE VOLTE IL PADRE: DENUNCIATA A PIEDE LIBERO E SCARCERATA NELLA NOTTE         GENOVA, CANDIDATURA EXPO: PER TOTI E BUCCI ESISTONO LE PREMESSE         FORZA ITALIA, BIASOTTI A BERLUSCONI: "SERVE UN CAMBIAMENTO RADICALE"        


Ponte Morandi, settimana decisiva per l'esplosione delle pile 10 e 11

Pubblicato il 10 / 6 / 2019

Genova. Quella che si apre oggi potrebbe essere la settimana decisiva in vista dell'esplosione delle pile 10 e 11 sul lato est di ponte Morandi.

Se nella giornata odierna andrà in scena un nuovo test all'ex cava dei Camaldoli per capire, anche grazie al parere dell'esercito, quando si potrà far esplodere i monconi, sempre quest'oggi il sindaco e commissario Marco Bucci dovrebbe incontrare una delegazione della Valpolcevera a Tursi.

Un incontro che precede quello pubblico di settimana prossima, si parla infatti di lunedì 17 nel quartiere di Certosa, una vera e propria assemblea per fare il punto della situazione. Gli abitanti delle zone limitrofe, quelli che per intenderci dovranno allontanarsi dalle proprie abitazioni, chiedono risposte, risposte che siano soddisfacenti e in grado di chiarire le dinamiche di quella giornata.

La data di lunedì 24 giugno sembra al momento confermata, anche se nei giorni scorsi c'era chi paventava un possibile slittamento alla settimana dopo, a domenica 30.

Le pile 10 e 11 esploderanno insieme e nel cantiere di via Fillak si lavora in quella direzione, in vista del 24. Al contempo le aziende dell'ati dei demolitori hanno proposto alla struttura commissariale un raggio di divieto di ingresso completo durante la giornata dell'esplosione di 250 metri. A questi si aggiunge una zona cosiddetta “cuscinetto” di altri 100 metri.

Nel frattempo, al rientro dal San Pietroburgo, Bucci ieri si è recato a Certosa in forma privata per assistere al recupero della bandiera di San Giorgio, issata sulla pila 10, da parte dei vigili del fuoco. Una squadra di 5 uomini, tra cui l’ingegnere responsabile dell’area soccorso del comando di Genova, è salita su nonostante il vento forte per recuperare il vessillo, sporco stracciato e ingarbugliato. Quando sono scesi tutti, hanno consegnato la bandiera al sindaco. «La incorniceremo e la conserveremo in Comune», ha detto Bucci ripiegandola.

Una svolta positiva arriva sul fronte risarcimenti, come riporta Il Secolo XIX, la partita degli indennizzi agli abitanti dei palazzi vicini al cantiere del nuovo viadotto sul Polcevera si è risolta con 7 milioni di euro per gli inquilini di 980 appartamenti.


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer