DIGITALE TERRESTRE

CANALE 18 - CANALE 111


Seguici su:

  

Cerca nel sito
 

ULTIME NEWS:     STEFANO MAI CONTRO I LUPI         AUTOSTRADE: CASTELLUCCI SE NE VA CON UNA MAXI BUONUSCITA         I LAVORATORI DI RIPARAZIONI NAVALI IN MANIFESTAZIONE         PALMARO: LE RICHIESTE DEI CITTADINI         LA POLITICA LIGURE DOPO L'URAGANO DELL'ABBANDONO DI RENZI         TURISMO A VARAZZE         VOTATA LA MOZIONE M5S IN REGIONE SULL'AMIANTO         LA RIAPERTURA DI VIA FILLAK         LE ZES DALLA NOSTRA TRASMISSIONE PORTO E TRASPORTO         FALSI REPORT SULLA SICUREZZA VIADOTTI AUTOSTRADALI        


Genova, allarme bomba in Via XX Settembre

Pubblicato il 3 / 2 / 2017

“Accorrete abbiamo messo una bomba”. È l'allarme arrivato al centralino della polizia intorno alle 7,30. Una chiamata effettuata da una cabina telefonica a Genova che ha immediatamente messo in moto le forze dell'ordine. L'allarme è scattato nel cuore della città, in Via XX settembre. Il mercato orientale è stato immediatamente evacuato, ma secondo la telefonata l'obiettivo era il centro migranti posto esattamente di fianco al mercato. Una palazzina di quattro piani posta al civico 11, già nei mesi precedenti al centro di numeriose polemiche. Gli agenti di polizia hanno evacuato l'edificio che accoglie una ventina di migranti e tutti i negozi adiacenti, trovando un pacco sospetto che è stato fatto brillare. La zona è stata transennata impedendo il passaggio ai pedoni. Per circa due ore i nuclei degli artificieri e dei vigili del fuoco, accompagnati dalle unità cinofile, hanno analizzato la zona. Intorno alle 9.30 il mercato orientale è stato riaperto in quanto ritenuto sicuro. Ancora un sopralluogo nella palazzina dei migranti, prima dell'annuncio ufficiale “L'allarme è rientrato”. La situazione intorno alle ore 10 è tornata alla normalità dopo la grande paura., con gli uomini della polizia che hanno eliminato le transenne dal marciapiede. Anche i migranti sono rientrati nella palazzina in fretta e furia. Secondo le prime ricostruzioni la telefonata sarebbe stata effettuata da un uomo appartanenete a un movimento di estrema destra. Gli agenti di polizia hanno effettuato controlli in una cabina telefonica di Via Buozzi, da dove è partita la chiamata, per ritrovare eventuali tracce biologiche dell'uomo che ha effettuato la telefonata. Si è trattato quindi, fortunatamente, dell'ennessimo falso allarme bomba a Genova.

Alessandro Bacci


IN DIRETTA STREAMING











ULTIMI VIDEO CARICATI

RIGUARDO A NOI
© TELEGENOVA PRODUCTION SRL - VIA ANTON MARIA MARAGLIANO 1/7 - 16100 GENOVA P.IVA 02315240990
Contattaci: info@telegenova.net - Disclaimer