Genoa - Inter, Juric ottimista. Cessione entro il 15 ottobre

È il peggior inizio di campionato degli ultimi 40 anni per il Genoa. Eguagliato il record negativo della stagione 1976-77 in cui i rossoblu alle quinta giornata si ritrovarono esattamente a due punti in classifica. Il calendario non è clemente con la squadra guidata da Ivan Juric. In questo tour de force con tre partite in sette giorni, il Genoa dovrà affrontare l'insidiosa trasferta di Milano contro l'Inter. La squadra in questo momento è in difficoltà e l'allenatore Ivan Juric appare in confusione. Lo dimostrano i dati. Il Genoa in queste prime cinque giornate è la squadra che ha effettuato un maggiore turn over in tutta la serie A. Un po' per necessità viste le espulsioni e gli infortuni, un po' perché l'allenatore fatica a trovare la stabilità e soprattutto l'ossatura definita nella squadra. Sono già 24 i giocatori rossoblu ad essere scesi in campo in questo inizio di stagione. Mister Juric, però, rimane ottimista: «Ora siamo diversi. Abbiamo margini di miglioramento allucinanti, vedrete».

Così il tecnico guarda al futuro in campionato. Certamente contro i nerazzurri servirà il giusto approccio alla sfida, per dare un segnale forte.

Capitolo società. Prosegue la fase di due diligence, penultimo passo prima del closing. La società e Gallazzi hanno concordato l'analisi dei conti non debba protrarsi oltre il 30 settembre. Successivamente, qualora i due interlocutori dovessero trovarsi ancora d'accordo, si procederà alla chiusura della compravendita che dovrebbe arrivare nel giro di massimo un paio di settimane. Entro il 15 ottobre, dunque, si delineerà il futuro del Genoa.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 22 / 9 / 2017