Villa Gentile, dimessi i 7 ragazzzi intossicati

Sono stati dimessi e stanno bene i sette ragazzi rimasti intossicati a Villa Gentile, nel quartiere di Sturla. In cinque erano stati trasportati al pronto soccorso dell'ospedale Gaslini mentre altri due a quello del San Martino. Ancora in corso i controlli da parte dei vigili del fuoco e degli ispettori di Arpal e Asl per accertare la causa dei malori. In un primo momento si è pensato a un'intossicazione. I risultati delle analisi sulla sabbia e il terreno dell'impianto di atletica arriveranno nelle prossime ore. La polizia municipale ha posto sotto sequestro Villa Gentile per permettere controlli più approfonditi. Analisi effettuate anche sui prodotti de distributori automatici, dove i ragazzini si erano riforniti. Escluso, però, che si tratti di intossicazione alimentare perché solo due dei giovani avevano acquistato acqua e cibo dal distributore. Anche l'ipotesi legata a un agente inquinante presente nell'aria è stata esclusa. Nel mirino resta la sabbia della pista d'atletica che avrebbe provocato irritazione ai ragazzi. I tecnici di Arpal sono all'opera per capire che cosa sia accaduto. Probabilmente l'irritazione accompagnata dal panico collettivo che ha colpito i giovani ha provocato il malore. Una situazione simile a quanto accaduto lo scorso 27 luglio a Riva Trigoso, quando otto ragazzini straniere erano svenuti uno dopo l'altro colpiti da un malore simile. Le indagini proseguono mentre l'impianto di Villa Gentile, fino a quando non si farà chiarezza sulla situazione, rimmarrà chiuso.

Alessandro Bacci

 



Pubblicato il 21 / 9 / 2017