ILVA, la protesta contro i 600 licenziamenti

Assemblea alle 5 del mattino per i lavoratori dello stabilimento Ilva di Genova Cornigliano che protestano contro il piano dell'azienda che prevede 600 esuberi nel solo stabilimento genovese. A uno dei mezzi pesanti che verrà portato in corteo è stato appeso uno striscione: "in lotta senza paura per il lavoro e per Genova". Concetto ribadito dal segretario della Fiom Cgil genovese Bruno Manganaro: "Lottiamo per i lavoratori dell'Ilva e per Genova - ha detto Manganaro - per difendere i diritti del lavoro di quelli che ci sono oggi e per il futuro". Poi via al corteo: ' iniziato alle 8,30 , il corteo è aperto dallo striscione 'Pacta servanda sunt' che ricorda l'accordo di programma 'violato' dal nuovo proprietario del gruppo Ilva, la cordata AmInvestCo formata dal leader mondiale della siderurgia Arcelor Mittal e dall'italiana Marcegaglia. Con i lavoratori in corteo anche tre mezzi pesanti sui quali sono stati issati striscioni di protesta. Dietro ai mezzi alcune centinaia di lavoratori. Il corteo da Cornigliano arriverà in centro a Genova per un presidio sotto la prefettura.



Pubblicato il 9 / 10 / 2017