Sampdoria-Juventus 3-2, i blucerchiati schiantano i campioni d'Italia

Questa la breve analisi di Giampaolo. Concetti che riassumono in pieno il capolavoro della sua Sampdoria. A memoria difficilmente si può ricordare un Sampdoria-Juve, così. 3-0 all'80esimo e lo stadio che intona un “olè” a ogni passaggio riuscito dai giocatori blucerchiati. Sesta vittoria consecutiva al Ferraris, settima se si considera anche il derby vinto con il Genoa. È una Samp da record, che esprime un bel calcio e che anche contro un avversario tecnicamente superiore non si è snaturata continuando a imporre il proprio gioco. È la prima vittoria personale anche di Giampaolo contro i bianconeri. Il tecnico ha saputo mettere alle corde i campioni d'Italia. La sua Samp è stata brava a soffrire e cinica nel colpire. Dopo il gol di Zapata dell'1-0 i blucerchiati hanno messo alle corde la Juve trovando altri due gol in rapida successione. L'orgoglio dei bianconeri è emerso solo nel finale, troppo tardi perché la Samp aveva già messo la sfida in cassaforte.

Responsabilità. Giampaolo con un insolito sorriso guarda al futuro con ottimismo. La sua squadra ha ottenuto risultati straordinari imponendosi come la sorpresa del campionato. Sesto posto in classifica a due distanze dalla Lazio quinta e con sette punti di vantaggio sul Milan. Dove può arrivare la Samp? Non chiedetelo a Giampaolo, il tecnico vuole pensare partita per partita, neppure l'aver schiantato la Juve fa perdere lucidità all'allenatore blucerchiato.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 20 / 11 / 2017