Genoa, la cura Ballardini funziona

Il Genoa può finalmente sorridere. La vittoria sul Crotone e lo spirito messo in campo dai rossoblu sono di buon auspicio per il futuro. Il cambio di allenatore ha portato i frutti sperati. Ballardini ha riportato ordine all'interno della squadra in due settimane di lavoro. Per prima cosa il tecnico ha donato nuova sicurezza alla squadra che in una sfida cruciale come in quella di Crotone ha sofferto poco mantenendo saldamente il controllo del gioco. Giocatori come Pandev e Rigoni sembrano aver beneficiato della cura Ballardini. Il macedone è tornato protagonista nel reparto offensivo rossoblu mentre Rigoni si è caricato la squadra sulle spalle aprendo le danze con una rete decisiva.

 L'allenatore ha lavorato innanzitutto sull'aspetto psicologico, per rialzare una squadra demoralizatta dalle recenti prestazioni e che aveva perso sicurezza. L'allenatore ha studiato inoltre i giocatori a disposizione per adattarli a uno stile di gioco adeguato. Il tecnico ravennate si è poi affidato all'esperienza. I vari Spolli, Veloso e Pandev ne sono l'esempio. La costruzione della manovra dev'essere semplice così come il pressing ai portatori di palla deve essere ragionato per evitare imbucate. Così i rossoblu hanno ritrovato solidità. Oggi la squadra è tornata a Pegli, finalmente con il sorriso. Domenica, però, il Genoa sarà chiamato a una prova proibitiva contro la Roma al Ferraris. La crescita della squadra è avvenuta, la vittoria di Crotone permetterà Ballardini e alla sua truppa di affrontare i giallorossi con minore pressione. Certamente il Genoa è intenzionato a provarci e venderà cara la pelle davanti ai propri tifosi.



Pubblicato il 21 / 11 / 2017