Genova, emergenza influenza durante le festivitą

ā€

GENOVA - Sono migliaia i genovesi costretti a trascorrere a letto le festività per l'arrivo dell'influenza. I numeri complessivi parlano di un incremento del 10 - 20 per cento rispetto ai flussi regolari. Un picco registrato in questi giorni derivanti dall'arrivo del virus dell'influenza sino-australiana.

L'organizzazione degli ospedali genovesi, secondo quanto affrmato da Giovanni La Valle Coordinatore Dipartimento regionale emergenze, ha retto bene nonostante l'emergenza.  

"Abbiamo messo a disposizione un congruo numero di posti letto, nessun ospedale è andato in crisi. Tutti i ricoveri sono stati garantiti in tutti gli ospedali. Un lavoro impegnativo per i pronto soccorsi, soprattutto per i codici verdi derivanti dall'influenza, che hanno messo sotto stress il sistema.  Gli ospedali hanno retto anche grazie all'aument di personale. Un po' di attesa solo per i  codici bassi, quindi verde o bianco".

Vademecum. "il consiglio alle persone sane è quello di affidarsi ad antipireteci ed evitare prendere antibiotici. Quest'ultima ipotesi solo in caso di estrema necessità e con la consulenza del medico. Per i pazienti anziani e i bambini si consiglia una visita dal medico di famiglia. Il consiglio è quello di rivolgersi al pronto soccorso solamente in caso di complicazioni, come difficoltà a respirare, che spesso possono colpire i soggetti più anziani".



Pubblicato il 28 / 12 / 2017

ā€