Confuoco di Rapallo, i buoni propositi per il 2017

A Rapallo si è rinnovata stamani la tradizione del Confuoco, antica cerimonia in cui ogni anno, in concomitanza con le festività natalizie, l'amministrazione comunale porta i suoi auguri alle autorità civili, militari, religiose ed alla cittadinanza. A rappresentare la città, come consuetudine, è stata l'associazione Caroggio Drito, nella persona del suo governatore Vittorio Mizzi (sempre secondo la tradizione, l'Abate del Popolo).

Si è parlato dell'anno in corso, ma il sindaco Carlo Bagnasco (nel caso specifico il Doge) ha voluto soprattutto puntare l'attenzione sul 2017.

<Preferisco sempre guardare al futuro, ed ecco che come amministrazione comunale abbiamo in programma, per il 2017, tutta una serie di interventi assolutamente necessari. La priorità è costituita sicuramente dalla copertura sul torrente San Francesco, a seguire l'appalto per la nettezza urbana, il sottopasso di via Rosselli, la riqualificazione di almeno uno dei parchi giochi pubblici di Rapallo - spiega il primo cittadino ruentino - Il 2016 è stato un anno strepitoso, grazie allo sblocco di 12 milioni di euro: tecnicamente, più di quello che è stato fatto in questi dodici mesi mesi non si poteva fare, e Rapallo vive un netto rilancio turistico e di immagine in ambito nazionale. Siamo al giro di boa dei due anni e mezzo di mandato: abbiamo vinto il primo tempo, ora bisogna giocare al meglio il secondo con le priorità che ho appena citato>.

Una parte della cerimonia del Confuoco è stata riservata alla consegna del premio "Ama la tua Città" da parte del Lions Club Rapallo e destinato alle migliori opere di valorizzazione architettonica del territorio eseguite nel 2016. Infine il 4^ Memorial “Rinaldo Turpini” è andato al giornalista e scrittore Emilio Carta, per indiscussi meriti letterari ed artistici a favore della città di Rapallo.



Pubblicato il 17 / 12 / 2016

Articoli simili