Picco influenzale, raddoppiati i decessi a Genova

GENOVA - In Liguria il picco dell'influenza è arrivato anzitempo rispetto alle altre regioni del Nord Italia. E con esso la mortalità a Genova si è alzata vertigisonamente dall’inizio dell’anno. L’incremento di decessi si era visto già prima di Natale, ma i numeri si sono impennati proprio dopo le festività. Dal 2 gennaio scorso ogni giorno in media si registrano 50 decessi; complessivamente, in meno di 8 giorni si sono celebrati 351 funerali. Numeri quasi raddoppiati rispetto alla media annuale e il 30% in più di quanto registrato a dicembre.

Cifre eccezionali e che secondo gli addetti ai lavori sarebbero da attribuire alla recrudescenza del virus influenzale, quest’anno piuttosto resistente; e sopratutto alle sue complicazioni polmonari. Colpiscono maggiormente soggetti già debilitati e con scarse difese immunitarie, che soffrono di altre patologie e si trovano in stato di deperimento. L’80 per cento dei decessi registrati a Genova negli ultimi 8 giorni hanno riguardato anziani sopra i 75 anni.



Pubblicato il 12 / 1 / 2018