La Sampdoria tornata. Quagliarella show

La Sampdoria è tornata. Il netto 3-1 con la Fiorentina ha decretato la rinascita dei blucerchiati. La sosta sembra aver giovato alla squadra di Giampaolo che ha ritrovato lucidità, concretezza sottoporta e solidità difensiva. L'asse Ramirez – Quagliarella si è rivelato letale per gli avversari. L'uruguayano serve 3 assist decisivi per il compagno rendendosi protagonista di una delle sue migliori prestazioni in maglia blucerchiata. Per Quagliarella, invece, difficile trovare ancora aggettivi. Tripletta e pallone portato a casa, quindici gol in campionato e la gradinata sud che gli riserva una meritata standing ovation all'uscita dal campo per un problema muscolare. I viola, dopo otto risultati utili consecutivi, non sono riusciti a contenere gli attacchi blucerchiati. Linetty a centrocampo ha portato nuova linfa, rendendosi preziosissimo in fase di copertura e lasciando più libero Praet di avanzare. Bereszinsky si è ripreso il posto da titolare sulla destra e la sua corsa si è rivelata un fattore determinante. Buona anche la prova del giovane Kownacki, schierato titolare a sorpresa la posto di Zapata. Il polacco si muove bene e mostra la giusta cattiveria, ma la sua prestazione è macchiata dal gol divorato a porta sguarnita. Strinic annulla Chiesa sulla sinistra, mentre Torreira è letteralmente padrone del centrocampo. Un po' troppo disattento Ferrari, probabilmente l'unico insufficiente tra i blucerchiati. Al etrmien della gara anche Giampaolo ha finalmente elogiato il ritorno della sua Sampdoria.



Pubblicato il 22 / 1 / 2018