Juve-Genoa 1-0, rossoblu solidi ma mai pericolosi

Il Genoa cade all'Allianz Stadium contro la Juve, ma lo fa senza sfigurare. Finisce 1-0, ai rossoblu costa caro il gol subito dopo soli 16 minuti e un primo tempo sottotono. Dopo la rete di Douglas Costa, i rossoblu si disuniscono e finiscono per essere schiacciati nella propria metà campo. I bianconeri mostrano un'insolita imprecisione sottoporta. Da registrare solo qualche occasione con tiri dalla distanza di Pjanic e Khedira, ben parati da un sempre attento Mattia Perin. Nella ripresa Ballardini cambia le carte in tavola inserendo in campo Lazovic e Galabinov. Il Genoa cambia faccia e prova ad essere più propositivo senza impensierire, però, Sczesny. I rossoblu concludono la sfida con 0 tiri in porta e solo 3 fuori dallo specchio. Un dato preoccupante. La coppia d'attacco Pandev-Taraabt è stata letteralmente inglobata dalla retroguardia bianconera, sempre attenta. L'ingresso di Galabinov ha aperto maggiori spazi per la squadra, ma il potenziale offensivo non si è rivelato all'altezza. Buona invece la prova della retroguardia che anche di fronte a campioni del calibro di Higuain, Mandzukic e Costa non si è mai disunita concedendo pochi spazi agli avversari. La Juve ha faticato a creare gioco e a trovare gli spazi giusti ma ha conquistato tre punti con il minimo sforzo. C'è un po' di rammarico per il Genoa, che avrebbe potuto approfittare di una serata appannata dei campioni d'Italia. La conferma arriva da Omeonga, schieratio a sorpresa da Ballardini e uno dei migliori tra i rossoblu.



Pubblicato il 23 / 1 / 2018

Articoli simili