Genova, muore a 50 anni per meningite

Genova - È arrivato all’ospedale San Martino in condizioni gravissime, è morto poche ore dopo per uno choc settico. Fondamentali gli accertamenti medici effettuati che hanno permesso di scoprire che quell’infezione era provocata dal batterio della meningite. Per i familiari di Riccardo Condurso, 50 anni, residente a Marassi, è scattata così la profilassi per evitare il contagio.

Lunedì pomeriggio i primi segnali: mal di testa, febbre alta e nausea. Nel corso della giornata le sue condizioni peggiorano e i familiari decidono di chiamare un’ambulanza.

Il paziente è stato subito sottoposto ad una terapia di antibiotici a largo raggio. I medici prelevano un campione di sangue che viene inviato al laboratorio analisi per chiarire le cause dell’infezione anche se ci sono già i primi sospetti su una meningite batterica. Le condizioni del cinquantenne di Marassi precipitano con il passare delle ore. Poco prima delle due di notte, il suo cuore smette di battere.



Pubblicato il 1 / 2 / 2018