Milan-Samp, Bonaventura e il Var affondano i blucerchiati

Era il primo scontro diretto per l'Europa e la Samp ha fallito. Nella sfida di San Siro contro il Milan i blucerchiati non si sono rivelati all'altezza del palcoscenico uscendo sconfitti malamente. Grandi meriti dei rossoneri, capaci di mettere in difficoltà la Samp allargando il gioco sulle fasce con cambi di gioco veloci e bloccando il metronomo Torreira a centrocampo. La squadra di Giampaolo non è riuscita a prendere le giuste contromisure finendo per farsi schiacciare. Il Milan fallisce anche un calcio di rigore con la straordinaria parata di Viviano, alla fine migliore in campo.

Protagonista della gara anche il Var. Prima l'occhio della tecnologia vede un tocco con il braccio di Murru in area di rigore. Penalty giusto concesso per il Milan. Successivamente il Var interviene per annullare un gol di Bonucci in chiara posizione di fuorigioco. Infine l'episodio dubbio. Calabria colpisce nettamente il pallone con la mano al limite dell'area di rigore. Difficile decretare se il tocco sia avvenuto in area o leggermente fuori. L'arbitro Doveri decide di non concedere il rigore alla Samp, che non ottiene nemmeno una punizione dal limite e nessuna sanzione per Calabria. Un episodio decisivo che non può nascondere però i demeriti dei blucerchiati. In una sfida decisiva la squadra di Giampaolo è letteralmente sparita dal campo, non impegnando mai Donnarumma e rischiando più volte di subire il raddoppio del Milan. Nel finale un'occasione clamorosa sciupata a porta sguarnita da Caprari. Per conquistare l'Europa, però, servirà molto di più. Male Murru, Zapata e Ramirez. Gli unici sufficienti Viviano, Silvestre e Ferrari che riescono in parte a contenere gli assalti dei rossoneri. L'andamento in trasferta della Samp è preoccupante. Solo 8 su 41 i punti conquistati lontano dal Ferraris, 11 se si prende in considerazione il derby. Per l'Europa servirà un passo nettamente diverso.



Pubblicato il 19 / 2 / 2018