Cardinale Bagnasco: "Il cambiamento va capito e non si deve temere"

Genova. Il cardinale Angelo Bagnasco commenta il voto del 4 marzo dopo che domenica mattina alle 10:30 si era presentato nel suo seggio "trovando parecchia coda, e mi era parso subito un buon segno che la gente partecipasse alle votazioni senza lasciarsi tentare dall’astensionismo", racconta oggi, fiducioso che - dalla matassa aggrovigliata dei risultati di domenica - il presidente Mattarella sappia trovare il bandolo per risolvere la crisi.

Alla vigilia delle ultime elezioni, il cardinale Bagansco aveva esortato ad andare a votare, esprimendo qualche timore - a chi gli chiedeva se fosse stato preoccupato del crescere del populismo e di spinte sovraniste anti-europee - unito all’invito a cercare di capire le origini di ogni malessere. Oggi, risultati alla mano e a bocce ferme, Bagnasco invita prima di tutto a non avere paura.



Pubblicato il 8 / 3 / 2018

Articoli simili