Genoa, una buona prestazione non basta. Terza sconfitta consecutiva

Una partita di sacrificio non è bastata al Genoa. I rossoblu trovano la terza sconfitta consecutiva sul campo del Napioli, arrendendosi solo al 72' a causa di un gol di Raul Albiol su calcio d'angolo. Una prestazione di spessore e personalità per gli uomini di Ballardini non è bastata per portare a casa almeno un punto. Il Genoa ha tenuto bene il campo contro un Napoli più impreciso del solito. La fortuna ha voltato le spalle ancora una volta ai rossoblu, beffati nel finale proprio come accaduto contro il Milan. La difesa ha comunque retto bene l'impatto contro i partenopei, nonostante due ghiotte occasioni concesse a Insigne e Mertens, fortunatamente imprecisi. Il problema dei rossoblu resta sempre l'attacco. Il Genoa non segna da 300 minuti, un'infinità. Pandev e Galabinov si muovono bene ma sottoporta risultano eccessivamente sterili. Buona ancora una volta la prova di Laxalt, motorino inesauribile sulla fascia e fondamentale sia in fase difensiva che offensiva. Bene anche Bertolacci in mezzo in campo vicinissimo al gol con un gran tiro che passa vicino all'incrocio. C'è amarezza per una sconfitta prevedibile dal pronostico ma difficile da digerire per come è arrivata. Adesso i rossoblu dovranno ripartire. Forse la classifica ha donato eccessiva tranquillità alla squadra. Il campionato è ancora aperto, così come il discorso salvezza. Adesso la sosta e poi quattro sfide consecutive al Ferarris: Spal, Cagliari, il derby in trasferta da calendario e il Crotone. Il futuro del Genoa passerà da queste quattro partite.



Pubblicato il 19 / 3 / 2018