Aggressione profugo su minorenne, Lega "Serve la castrazione chimica"

"Abbiamo paura di girare per le strade della nostra città. E' inaccettabile che chi viene ospitato in Italia possa compiere un gesto così efferato. Un'adolescente che sarà segnata per il resto dei suoi giorni a causa della bestialità di un uomo indegno di essere definito tale, e per il quale ci vorrebbe la castrazione chimica".

Queste le parole della consigliere leghista del comune di Genova Francesca Corso commentando l'arresto per violenza sessuale di un migrante nigeriano che ha aggredito due fidanzatini che tornavano a casa con la funicolare. "Nell'Italia che governeremo - aggiunge - persone come queste dovranno essere espulse e rimpatriate immediatamente, per poi scontare una pena esemplare nei propri paesi di origine"



Pubblicato il 20 / 3 / 2018