Gaslini, licenziamento per 35 lavoratori delle pulizie. Presidio a oltranza

GENOVA - La direzione dell’ospedale Galsini ha comunicato un taglio già dal 1 aprile di 800 mila euro sul capitolato di appalto per le pulizie. Una decisione che ha portato all’apertura della procedura di licenziamento collettivo per 35 persone, ovvero l’equivalente di 20 contratti full time.

Il rischio, però, è che a pagare non siano solo i lavoratori. Anche perché una diminuzione così consistente della forza lavoro porterà, ovviamente a un abbassamento della qualità del servizio.

«L’Istituto ha comunicato alla Coopservice, ditta che ha in appalto il servizio di pulizie, il taglio di 800 mila euro sul capitolato a partire dal 1 aprile - hanno spiegato Filcams Cgil Fisascat Cisl Uil trasporti Genova - La conseguenza di tale taglio, che potrebbe arrivare presto al milione di euro, è stata l’immediata apertura della procedura di licenziamento collettivo per circa 35 persone».

I lavoratpori hanno annunciato un presidio a oltranza e attendono risposte dall'azienda Coopservice



Pubblicato il 23 / 3 / 2018