Assessore Serafini su Gay Pride: "Avevo dato un parere positivo..."

GENOVA - "Quella decisione non è di mia competenza e quindi ho chiesto che fosse precisato che sul patrocinio al gay pride a me potevano chiedere un parere ed era un parere positivo". Elisa Serafini, assessore alla Cultura, marketing territoriale e politiche giovanili della giunta Bucci precisa quale sia la propria posizione sul tema del rifiuto del patrocinio da parte del Comune al corteo del gay pride del 16 giugno e alla "Colorata Cena" in piazza contro l'omofobia del 17 maggio. 

Questo perché, inizialmente, nella comunicazione del diniego arrivata agli organizzatori, il coordinamento Liguria Rainbow, c'era scritto che era stata Serafini a non dare il patrocinio. L'esponente della giunta, però, è da sempre impegnata nelle battaglie contro l'omofobia tanto che ricorda: "Ho chiesto e dato il patrocinio a un'iniziativa sull'omocausto, ho partecipato alla giornata in ricordo per le vittime della transfobia e continuo a celebrare le unioni civili". Serafini, che è iscritta all'associazione radicale Certi Diritti, per i diritti di genere, durante la campagna elettorale della scorsa primavera era stata attaccata dai candidati del Popolo della Famiglia.



Pubblicato il 30 / 3 / 2018