Genova, il Comune bacchetta il Municipio Medio Levante

Il Comune di Genova ha chiesto al Municipio Medio Levante di revocare la concessione della sala municipale e il patrocinio a un evento organizzato dall'associazione culturale Il ramo d'oro perché "in contrasto con la mozione di Consiglio Comunale approvata il 23 gennaio scorso", meglio nota come mozione antifascista. "Abbiamo chiesto al Municipio Levante di revocare il patrocinio e l'uso di sale pubbliche, all'associazione il Ramo d'Oro in quanto in contrasto con la mozione di Consiglio Comunale approvata lo scorso gennaio, che limita e regola la concessione di spazi e risorse pubbliche - spiega l'assessore alla Cultura Elisa Serafini - l'associazione Il Ramo d'Oro potrà svolgere le proprie attività, in spazi privati".

Il ramo d'Oro, che ha sede in corso Buenos Aires, si autodefinisce sul suo sito un'associazione che si occupa della "diffusione della cultura anticonformista e del pensiero Tradizionale": in passato prima dell'apertura delle sedi di Casapound o Lealtà Azione ha invitato ripetutamente i loro esponenti di spicco per iniziative condivise.

A denunciare il fatto che il Municipio Medio Levante aveva concesso sala e patrocinio a un'associazione culturale esplicitamente vicina ai movimenti di estrema destra era stato il consigliere del Pd Alessandro Terrile che aveva presentato un'interrogazione scritta proprio all'assessore alla Cultura.



Pubblicato il 5 / 4 / 2018

Articoli simili