Entella, ultima spiaggia. A Novara sfida da dentro o fuori

È la giornata più lunga per l'Entella. Vincere. Non ci sono alternative. Questa sera allo stadio Piola andrà in scena una partita crudele alla fine della quale una tra Novara ed Entella piangerà lacrime amare. In caso di vittoria i chiavaresi agguanterebbero la possibilità di giocare il playout salvezza, mentre i piemontesi sarebbero retrocessi. In caso di pareggio o vittoria del Novara, i liguri sarebbero destinati alla serie C. una sfida da dentro o fuori, insomma, in una serate nella quale la squadra biancoceleste sarà accompagnata da quasi 400 tifosi. Novanta minuti che arrivano dopo una settimana contrassegnata dalla massima concentrazione per l'Entella. La società non ha organizzato conferenze stampa nel prepartita e Gennaro Volpe ha lanciato solo un messaggio ai tifosi “conta il campo, le parole non servono più a niente”. Il capitano Michele Troiano ha provato a spronare la squadra che dopo tante occasioni perse ha l'opportunità di dimostrare il proprio valore.

"Penso che il Novara di fronte si troverà una squadra che non vuole retrocedere. Daremo tutto, sputeremo il sangue, butteremo il cuore oltre l’ostacolo perché è veramente l’ultima spiaggia"

La pressione si respira anche in casa Novara dove il tecnico Domenico Di Carlo ha trovato tantissime difficoltà in stagione. L'ex allenatore di Spezia e Sampdoria, però è ben consapevole di cosa significherà il match di questa sera.

E' la partita più importante della stagione: nelle ultime partite ci è mancato solo fare risultato, per ottenerlo dobbiamo mettere qualcosa in più". Di fronte ci sarà una squadra all'ultima spiaggia: "Un gruppo consolidato - dice Di Carlo sull'Entella - che verrà qui senza paura e con un solo risultato; inoltre hanno giocatori che possono fare male a chiunque".



Pubblicato il 18 / 5 / 2018