Alluvione 2011, i giudici: "Marta Vincenzi ha mentito a tutti

Genova. "Ha mentito a tutti". L'ex sindaco Marta Vincenzi ha mentito a tutti, abdicando totalmente ai suoi doveri di intervento in materia di protezione civile con una "fuga dalla responsabilità" e "ha operato una valutazione 'politica' indirizzata al mantenimento del consenso popolare".

Lo scrivono i giudici di corte d'appello di Genova nelle motivazioni della sentenza di condanna a 5 anni per l'ex sindaco per l'alluvione del 2011 in cui morirono 4 donne e 2 bambine. Oltre a Vincenzi erano stati condannati l'ex assessore Francesco Scidone a 2 anni e 10 mesi (4 anni e 9 mesi in primo grado), a 2 anni e nove mesi Gianfranco Delponte (4 anni e 5 mesi), a 4 anni e 4 mesi Pierpaolo Cha (1 anno e 4 mesi) e 2 anni e 10 mesi a Sandro Gambelli (1 anno), a 8 mesi l'ex coordinatore dei volontari di protezione civile Roberto Gabutti (assolto in primo grado).

"I garanti della sicurezza - si legge nelle carte - hanno tentato un azzardo pericolosissimo con il destino con ingiustificata e elevatissima imprudenza".



Pubblicato il 21 / 6 / 2018