Terzo Valico, indagini concluse per 37 indagati

Genova. La Procura di Genova ha concluso le indagini nell'ambito dell'inchiesta sulle tangenti per il Terzo Valico, l'alta velocità ferroviaria Genova-Milano. L'avviso è stato notificato a 34 persone fisiche e 3 società. Nella lista degli indagati figurano l'ex presidente di Cociv Michele Longo e il suo vice Ettore Pagani.

Le accuse vanno, a vario titolo, dalla corruzione alla turbativa d'asta. Secondo i magistrati, gli indagati avrebbero assegnato i lavori per il Terzo valico a imprenditori amici in cambio di mazzette. 


A maggio c'erano stati i primi patteggiamenti. A scegliere di concordare la pena, ottenendo così uno sconto, sono stati due funzionari, Pietro Marcheselli, ex direttore dei lavori del Cociv, e Maurizio Dionisi, responsabile degli appalti; e due imprenditori che hanno secondo l'accusa avrebbero versato tangenti per ottenere gli appalti, e cioè Antonio Giuliano, titolare della Giuliano costruzioni, e Giuseppe Petrellese, tuttofare della stessa azienda.
 

 



Pubblicato il 22 / 6 / 2018