Entella, l'attesa per il possibile ripescaggio in serie B

L'attesa è snervante. Lo slittamento della sentenza del processo per illecito amministrativo a carico del Foggia blocca di fatto anche il mercato dell'Entella. Foggia e Cesena rischiano grosso. Per i pugliesi si ipotizza l'illecito amministrativo che comporterebbe una retrocessione immediata in Lega Pro. Un'ipotesi simile a quella del Foggia potrebbe profilarsi pure per il Cesena, per la questione del deferimento per plusvalenze fittizie. La società emiliana è nel caos finanziario. È arrivato dall'Agenzia delle entrate anche il terzo diniego alla proposta di spalmare il debito e l'addio alla serie B si avvicina. Entella e Ternana potrebbero dunque beneficiare del ripescaggio in cadetteria nonostante la retrocessione sul campo. Capire in quale categoria i biancocelesti dovranno giocare nella prossima stagione è fondamentale, ed è per questo che la società sta tergiversando anche sul mercato. Il primo nodo da sciogliere è quello del nuovo tecnico. I biancocelesti hanno avuto un primo contatto con l'ex tecnico dello Spezia Fabio Gallo. Piace anche il profilo di Claudio Foscarini, un allenatore di grande esperienza e temperamento. Situazione in stallo anche per i calciatori. La Mantia è estremamente corteggiato, visti anche i 12 gol segnati nella scorsa stagione. I chiavaresi hanno però fissato il prezzo a 1,5 milioni, una cifra elevata per la serie B, ma l'Entella non ha nessuna necessità di svendere i propri giocatori. Anche Giuseppe De Luca potrebbe lasciare Chiavari. La Zanzara è seguita da Padova e Cosenza, oltre ad avere richieste anche dal Belgio. Nonostante i due anni di contratto l'ex Atalanta potrebbe dunque abbandonare Chiavari. Lecce, Salernitana e Carpi, infine, seguono Michele Pellizzer. Tutto al momento è fermo e dipenderà dalle decisioni finali dei processi per illecito sportivo. L'Entella spera e le prossime ore saranno decisive per il futuro di Chiavari.



Pubblicato il 29 / 6 / 2018

Articoli simili