Italia Sicura, il governo chiude la struttura. Il Pd si infuria

Genova. Arriva da Roma una doccia fredda per Genova: il consiglio dei ministri ha stabilito di chiudere la struttura di missione Italia Sicura. Un soggetto istituzionale che per Genova e la Liguria ha determinato molto, finanziado quasi completamente le opere di messa in sicurezza della città sul Bisagno.

Dura reazione arriva direttamente dal Pd che attacca: "Nel giorno in cui si concludono le ultime prove tecniche sul modello in scala dello scolmatore del Bisagno, il governo giallo-verde chiude Italia Sicura, trasferendo le competenze al ministero dell'Ambiente - e denuncia - a rischio la continuità della programmazione".

Ad alzare molto la voce la parlamentare ligure Pd, Raffaella Paita: "La chiusura di Italia Sicura, la struttura di missione che finora ha investito 9 miliardi di euro contro frane e alluvioni, con 1334 cantieri aperti in tutta Italia. crea un danno doppio per la città di Genova, da sempre esposta al rischio del dissesto idrogeologico, dove erano stati stanziati 379 milioni di euro dal governo Renzi, chiesti dalla Regione di cui ho fatto parte per realizzare opere fondamentali per la messa in sicurezza del territorio".

Il Pd ligure tira una stoccata anche al governatore Giovanni Toti e l'assessore Giampedrone accusandoli di non farsi sentire dopo questa decisione.



Pubblicato il 4 / 7 / 2018

Articoli simili