Valle Stura, divieto di balneazione nei laghetti a causa di una carcassa di cinghiale

Masone. Divieto di balneazione nei laghetti della valle Stura per una settimana a causa di una carcassa di cinghiale in avanzato stato di decomposizione, ripescata nella zona della Cascata del Serpente. 

La carcassa era stata segnalata da alcuni bagnanti in uno dei laghetti. Sul posto sono intervenuti i pompieri che sono riusciti a portare via la carcassa con tre mezzi e le attrezzature. Il sindaco di Masone ha emesso il divieto di balneazione per il possibile inquinamento del torrente causato dalla decomposizione della carcassa.



Pubblicato il 5 / 7 / 2018