Arenzano, sub dispersa sulla Haven. Probabile malore

GENOVA - Proseguono ad Arenzano le ricerche di Ornella Bellagarda, la donna di 50 anni residente nel torinese dispersa da ieri durante un’immersione sul relitto della petroliera Haven. Secondo quanto raccontato la donna era con il marito al momento della gita e con altri compagni di immersione, che hanno poi lanciato l’allarme quando durante la fase della risalita non l’hanno più vista. Due le ipotesi: la donna potrebbe avere avuto un malore o potrebbe essere rimasta impigliata da qualche parte senza riuscire più a risalire. Alle ricerche partecipano Capitaneria di porto, vigili del fuoco e i sommozzatori dei carabinieri.

Si tratta dell’ennesimo caso di una serie di morti e malori gravi che si sono verificati in quella zona dovuti a immersioni per vedere il relitto della nave Haven. La petroliera affondò nelle acque di Arenzano nell’ aprile del 1991, facendo 5 morti. Il relitto, che giace a una profondità di 80 metri, è il più grande tra quelli visitabili nel Mediterraneo. Dal 2015 ad oggi i sub morti visitandola sono stati 6. Sei anche i sub che si sono sentiti male durante le immersioni, sempre dal 2015 ad oggi.



Pubblicato il 9 / 7 / 2018

Articoli simili