Ponte Morandi, entro fine ottobre dovrebbe essere completato l'abbattimento

30, è questo il numero di giorni che serviranno per definire il piano di abbattimento di quel che resta del ponte Morandi, sempre 30 sono i giorni che ci separano dall'inizio della demolizione. Facendo un veloce calcolo quindi, entro fine ottobre potrebbe concludersi lo smantellamento del viadotto.


«Se il piano verrà approvato dai soggetti competenti, entro un mese potrebbero iniziare i lavori e in un altro mese essere completati" ha infatti spiegato in conferenza Giovanni Toti.


Ma quale procedura si seguirà per l'abbattimento? Si partirà dal troncone Est, che verrà demolito sia attraverso mezzi meccanici che con esplosivo: un’operazione che richiederà solo un giorno per essere eseguita. Almeno venti giorni, invece, serviranno per smontare, pezzo per pezzo, il troncone Ovest.
Il progetto, come ha spiegato il governatore della Liguria, dovrà essere approvato dagli enti interessati e competenti.


Per quanto riguarda le abitazioni della zona rossa, questa la prospettiva ad oggi: un pò meno della metà verranno demolite insieme a quel che resta del ponte, un'altra parte subirà dei danni a seguito dell'abbattimento e quelle rimanenti dovrebbero sopravvivere indenni.
Sempre in conferenza l'assessore regionale Giampedrone ha parlato di indennizzo per tutti i residenti della zona rossa.  



Pubblicato il 31 / 8 / 2018